I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Corriere della Sera – Tutto esaurito sulla neve

| 0 commenti

Gli investimenti pagano: il successo di Ponte di Legno-Tonale è evidente. Ottimismo anche a Montecampione: dopo sei anni di crisi, impianti in funzione già l’8 dicembre

Il caso Ponte di Legno-Tonale insegna che gli investimenti pagano, anche sulla breve distanza: il comprensorio ha esteso la rete degli impianti di risalita (28, al momento tutti aperti), ha accresciuto i sistemi di innevamento artificiale e, nel 2020, prevede di aprire un centro termale firmato da Marco Casamonti. Il successo sembra già sorriderle: nei giorni di Natale i primi ingressi sulle piste sono cresciuti del 12% rispetto allo stesso periodo del 2016. Quest’anno poi è caduto un metro di neve naturale il giorno dopo l’Immacolata: un dono inatteso che ha spinto le prenotazioni sia prima del 31 dicembre sia a gennaio e febbraio. «Da mercoledì alberghi e seconde case si riempiranno» assicura Michele Bertolini, presidente del consorzio Ponte di Legno-Tonale.

Si respira ottimismo anche a Montecampione: dopo sei anni di crisi, gli impianti sono entrati in funzione già l’8 dicembre. Merito certo anche della neve caduta in abbondanza, che ha richiamato tanti appassionati da Milano, Bergamo e Brescia. «Al momento — spiegano dalla società di gestione — ci sono tre impianti aperti (Corniolo, Gardena, Le Baite) e quattro piste: attendiamo molta gente, gli albergatori dicono che hanno diverse prenotazioni». Ieri, infatti, stava nevicando e questo è il preludio per mettere in funzione alcuni dei sette impianti rimanenti di Montecampione tra 1.200 e 1.800 metri: «Il sito — assicurano — è sempre aggiornato».

Matteo Trebeschi

Sorgente: Corriere della Sera

Articoli correlati


Lascia un commento