I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Bresciaoggi – Nadia Fanchini scende in pista per le Olimpiadi

| 0 commenti

Finalmente al rientro in Coppa del Mondo a 25 giorni dal supergigante affrontato in Val d’Isere in Francia concluso al quattordicesimo posto: Nadia Fanchini nel primo pomeriggio di ieri è giunta a Bad Kleinchirchheim in Austria dove oggi e domani si svolgeranno le prove cronometrate della discesa libera di Coppa del Mondo in programma sabato. Nell’ultima settimana si è allenata con profitto a Passo San Pellegrino e ora è pronta a giocarsi le sue chances per centrare il pass per le Olimpiadi di Pyeonghang, in Corea del Sud, che si svolgeranno dall’8 al 25 febbraio. Reduce dalla sfortunata stagione 2016/2017 che l’ha costretta all’ennesimo stop a causa della rovinosa caduta occorsagli a Altenmarkt Zauchensee in Austria: era il 15 gennaio 2017 e, mentre stava affrontando la prova cronometrata, la discesista camuna ha riportato la frattura dell’omero sinistro e di alcune vertebre. Ora Nikky è pronta a dimostrare di non aver perso per strada talento e coraggio che spesso le hanno permesso di siglare importanti performance e ritorni straordinari ad alti livelli. Questa volta però non avrà come compagna di camera la sorella Elena, costretta a dare forfait per problemi fisici.

LA PIÙ GRANDE delle campionesse di Montecampione si sta sottoponendo ad esami clinici e radiografici per poter risolvere al meglio l’ennesimo problema di una carriera che, come la sorella Nadia, l’ha costretta di frequente al rientro ai box per infortuni più o meno gravi. Anche questa volta Elli saprà però recuperare più presto che in fretta, perché nel mirino c’è la partecipazione ai quarti Giochi Olimpici consecutivi: un’esperienza già vissuta nel a Torino nel 2006, prima di Vancouver (Canada) 2010 e Sochi (Russia) 2014. Con il quarto posto conquistato a Lake Louise in Canada il primo dicembre 2017 ha già il passaporto in tasca per portare a dieci il computo dei «big event» disputati nella sua carriera, considerando anche le sei partecipazioni ai campionati del mondo. Nadia e Elena Fanchini saranno quindi impegnate in questi giorni con obiettivi diversi: Nadia per confermare il suo lento progresso di forma, Elena per pianificare l’avvicinamento a Pyeonghag. Le azzurre di casa nostra hanno disputato insieme ben 114 gare di Coppa del Mondo suddivise in 52 supergiganti, 58 discese libere, due supercombinate, due slalom giganti. A Bad Kleinlchirccheim hanno gareggiato tre volte insieme dal 20 al 22 gennaio 2006. L’11 gennaio 2015 Nadia-jet ha visto svanire un meritatissimo secondo posto in supergigante per via della sospensione della gara per vento e nebbia, preceduta solamente dalla conterranea Daniela Merighetti. Sarebbe stata la prima doppietta bresciana in Coppa del Mondo, mentre si è dovuto attendere il 20 febbraio 2016 a La Thuile, in Valle d’Aosta, per celebrarla con Nikky prima e Dada terza in discesa libera. Quel giorno Nikky festeggiò il dodicesimo podio e la seconda vittoria della sua carriera, mentre la campionessa delle Fornaci, ora opinionista per Eurosport, siglò la sesta zona medaglia. Tempi belli e fortunati che le due finanziere camune proveranno a ripetere sfoderando classe ed esperienza.

NADIA-JET cercherà oggi di memorizzare al meglio pista e tracciato per cercare di affrontare la libera e il supergigante del giorno dopo con buone possibilità. Come al solito non intende però fare proclami né sbilanciarsi troppo. «Sono da tanti anni nel circo bianco e purtroppo per troppe volte ho dovuto recuperare condizione fisica e mentale dopo tanti infortuni – racconta Nadia -. In Val d’Isere ho visto un lumicino in fondo al tunnel che spero possa trasformarsi qui in un faro. So di poter lottare ancora per strappare la convocazione per i Giochi Olimpici e cercherò di giocare le mie carte fino in fondo. Voglio avere la coscienza a posto e non avere rimpianti». E vai Nikky, sorprendici ancora!

Angiolino Massolini

Fonte: Nadia Fanchini scende in pista per le Olimpiadi – Altri Sport – Bresciaoggi

Articoli correlati


Lascia un commento