I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Bresciaoggi – Montecampione, un viaggio per immagini

| 0 commenti

Un frame del video realizzato con un drone e dedicato a Montecampione Alessandro Tomasi ha girato il video promozionale con i droni

La promozione si fa con gli investimenti, ma anche con parole e per immagini. E queste ultime hanno un grande valore nel marketing pubblicitario. A Montecampione hanno pensato di raccogliere le sfida affidandosi a un esperto di droni, e il risultato sono viste dall’alto mozzafiato, inquadrature inusuali per chi cammina con i piedi per terra, effetti speciali e inquadrature fisse per raccontare in pochi minuti la vita del villaggio turistico con le sue bellezze estive e invernali.

TRASMETTERE messaggi e attrarre, con i colori dell’autunno, il bianco dell’inverno, i fiori della primavera e il verde dell’estate. Con lo sci e il golf, il tiro a volo e le passeggiate nella natura. Ci ha provato (riuscendoci benissimo) il maronese Alessandro Tomasi. Ora il suo video è postato sulla pagina Facebook dell’ufficio stampa del Consorzio residenti (l’ente che gli ha affidato l’incarico) e sul sito «Io vado a Montecampione», ma presto finirà su altri social, e verrà trasmesso come promo in apertura di ogni manifestazione; di ogni occasione che tenda a ridare fiato al comprensorio. Sembra tornare in vita lo slogan «quattro stagioni per il tempo libero». A questo servono le immagini, in attesa che tutto si trasformi in realtà. «La mia è nata come passione e tale rimarrà sempre – racconta Tomasi quando parla del suo speciale rapporto con drone e joystick -. Mi piace sposare un’idea e quella di rappresentare Montecampione mi ha subito affascinato». Per realizzarla sono servite circa due anni di riprese dall’alto. Finora l’autore si è dedicato a diverse realtà del territorio camuno e sebino, come col video «Volo degli angeli» dedicato alle cinque chiese di Artogne, con la pedalata vintage «La lacustre» di Marone e ancora con i più recenti progetti sul volo dei deltaplani che decollano da Grignaghe e sui rifugi della catena alpina camuna. Non ha mancato di affrontare un tema impegnativo come la schiavitù, realizzato a Bordeax, ma a Montecampione sembra particolarmente affezionato, tanto che a quanto già offerto al Consorzio residenti intende aggiungere presto altre proposte.

Domenico Benzoni

Fonte: Montecampione, un viaggio per immagini – Valcamonica – Bresciaoggi


Lascia un commento