I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

InMoto.it – La storia dell’enduro al Trophée des Nations il 29 aprile 2018 a Montecampione

| 0 commenti

Il 28 e 29 aprile Montecampione ospiterà la manifestazione internazionale di Enduro Vintage in memoria di Augusto Taiocchi.

Al via anche Stéphane Peterhansel e Mario Rinaldi

Trophée des Nations: Onore al Capitano, è una manifestazione internazionale di Enduro Vintage, a squadre e su invito, ideata e organizzata dal pilota di enduro e rally africani Claudio Terruzzi, con il patrocinio di Federmoto e della FIM Europe.

L’obiettivo dell’evento è quello ricordare Augusto Taiocchi, pluricampione italiano e mondiale di motoregolarità ed enduro degli anni Settanta e Ottanta. Alla prima edizione, lo scorso aprile, hanno partecipato oltre 50 piloti nazionali italiani e tanto pubblico. E’ stata la prima volta nella storia del motociclismo che così tanti campioni dell’enduro si sono ritrovati tutti insieme per una gara con moto d’epoca.

La seconda edizione è in programma per il weekend del 28 e 29 aprile a Montecampione, nel bresciano. Hanno già confermato la loro presenza piloti del calibro di Stéphane Peterhansel, Danny La Porte, Carlos Mas, Toshiki Nishiyama, Fabio Fasola, Alessandro De Petri, Andrea Marinoni, Mario Rinaldi. Piloti che hanno scritto la storia di questo sport, fatta di moto e professionisti, di sfide, di sudore e fango, di sconfitte e di gloria senza tempo.

IL PROGRAMMA – Alla partenza si presenteranno 30 squadre nazionali, ciascuna composta da quattro piloti provenienti da 18 nazioni e 4 continenti, formate dalle leggende che hanno vestito la maglia delle squadre nazionali di enduro fino al 1987 e rigorosamente in sella a moto costruite in quegli anni.

Il programma prevede nella giornata di sabato 28 aprile la preparazione e la messa a punto delle moto nel paddock, con la possibilità per il pubblico di vedere le moto da vicino, incontrare e conoscere i piloti. Domenica 29 aprile, prenderà il via la competizione: il primo concorrente prenderà il via alle 09:00, seguito dagli altri piloti, uno ogni minuto. Il percorso si svilupperà su un anello in fuoristrada di 18 km, situato a 1200 m di altitudine tra i boschi, i prati e le mulattiere di Montecampione a pochi chilometri da Brescia.

Il giro sarà ripetuto tre volte e al termine di ogni passaggio ciascun pilota affronterà la Prova Speciale cronometrata, tracciata sui singolari rilievi della località montana e facilmente raggiungibili dal pubblico.

Al termine della gara avverrà la premiazione del Trophée des Nations 2018.

Chi era Augusto Taiocchi – Nato il 12 agosto 1950 a Ponteranica, in provincia di Bergamo, aveva iniziato l’attività agonistica nel 1967 e aveva lasciato le gare nel 2000. Si è spento a soli 59 anni nel giugno del 2010. Vinse due titoli europei: della 350 nel 1979; della 500 nel 1980). Conquistò un titolo italiano assoluto (1979 su Ktm 500), dieci di classe e un titolo Fmi di classe. Primeggiò nella classifica a squadre della Sei Giorni nel 1981 all’Elba. Conquistò 5 Valli Bergamasche: 1974, 1976, 1977, 1980, 1982. Per anni è stato una delle bandiere della regolarità prima e dell’enduro poi, ha rivestito il ruolo di capitano della nazionale azzurra e ha gareggiato con la maglia delle Fiamme Oro. Collezionò 7 successi assoluti al Trofeo Revival: 1994-1995-1996-1997-1998-1999-2000.

Fonte: La storia dell’enduro al Trophée des Nations – InMoto


Lascia un commento