I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Bergamo Post – Gritti, il campione di Vertova Settant’anni vissuti sgasando

| 0 commenti

«La sera, dopo il lavoro, scendo giù in garage. Vado a trovare le mie trenta moto, mi metto lì a discutere un po’ con loro. Ne scelgo una e ci parlo. Lei mi dice quello di cui ha bisogno e io lo faccio». L’uomo che sussurra alle motociclette ha settant’anni e la voce di tuono. Anche se il contachilometri dell’età non si ferma, Alessandro Gritti è ancora un eroe. Lo è stato negli anni Settanta e Ottanta, quando vinceva tutto nel cross e nella regolarità (14 titoli nazionali, 5 titoli europei e 2 di squadra alla Sei Giorni). E continua a esserlo oggi, quando va a fare l’enduro in giro per l’Italia e riesce ad arrivare ancora tra i primi. «Fatica? Mai, la moto non è fatica. È soltanto passione. Si fa più fatica a lavorare. Invece io mi diverto ancora».

Il 28 e 29 sarà a #Montecampione per il Trofeo “Onore al Capitano”, gara intitolata ad Augusto Taiocchi e organizzato dall’amico e pilota di enduro e rally africani Claudio Terruzzi. Tre figli (Giovanni, Mirco e Sabrina), due nipotini (Alessandro di 7 anni e Morgana di 3), di fare il nonno in poltrona Gritti non ne ha voglia. «Esco la mattina presto e torno la sera, vado in cava. Ma l’edilizia è in crisi, non si costruisce quasi più. Il mercoledì sera ci ritroviamo da quarant’anni in una pizzeria qui a Vertova con gli amici di sempre. Siamo in venti, qualche volta in cinquanta. Chiacchieriamo di moto, di ricordi, di tutte le cose che ci appassionano».

L’articolo continua, seguendo il link della sorgente.

Sorgente: Gritti, il campione di Vertova Settant’anni vissuti sgasando – Bergamo Post


Lascia un commento