I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Bresciaoggi – Il Dosso Rotondo ispira un festival dei creativi all’insegna del Neolitico

| 0 commenti

La Valle dei segni non è solo quella delle rocce incise. È un territorio in cui ognuno può lasciare un segno con la sua arte. Per esempio con la performance che Chiara Indomita Prandini ha organizzato per sabato a Montecampione. Un’iniziativa che anticipa il convegno mondiale sull’arte rupestre di cui riferiamo a fianco e che fa memoria di una scoperta risalente a parecchi anni fa al Dosso Rotondo. Qui, durante la posa della dorsale del metanodotto in arrivo dalla Valtrompia venne alla luce un insediamento del Neolitico. Il sito è stato ricoperto da tempo, e oggi sopra vi si scia in inverno e vi si cammina in estate. Ma non è stato dimenticato. Spazio Indomita, con la collaborazione della tabaccheria Arrigoni e del ristorante Il Laghetto hanno pensato bene di farne memoria con una performance aperta a tutti intitolata «Montecampione pitotica 2.0». Una mezza giornata di pittura dal vivo in cui ognuno, a partire 15, potrà fornirsi vicino al laghetto di pennello, bicchiere con colore e scheda con riprodotta una incisione rupestre. Poi si dovrà raggiungere la vicina pineta, e un grande foglio di plastica teso tra due abeti. Qui ognuno potrà lasciare il suo segno, la sua impronta pittorica. «L’INSTALLAZIONE durerà finché le condizioni atmosferiche lo consentiranno – spiega l’organizzazione -. Più saremo più il bosco si animerà di meravigliose presenze che daranno vita a un effetto di sospensione in mezzo alla natura». Per la partecipazione è richiesto un contributo di 2 euro a persona, che verranno poi utilizzati da Chiara Indomita Prandini per allestire altri eventi nella stazione.

Domenico Benzoni

Sorgente: Il Dosso Rotondo ispira un festival dei creativi all’insegna del Neolitico – Valcamonica – Bresciaoggi


Lascia un commento