I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Corriere della Sera – Montecampione, Iorio: per l’estate è tutto esaurito. E in sicurezza

| 0 commenti

Nessun pericolo di contagio da coronavirus: modifiche agli impianti di risalita per essere a norma

Anche in Bassa Valle Camonica uno dei settori a cui si guarda con più speranza per la ripresa economica post-Covid 19 è quello degli impianti di risalita. La stagione invernale è ancora lontana, ma da ormai qualche anno a questa parte gli impianti stanno dando una mano al rilancio della montagna estiva grazie al crescente interesse mostrato dal pubblico verso la mountain-bike. Il fenomeno riguarda un po’ tutte le stazioni e in provincia di Brescia va dagli impianti di Pontedilegno-Tonale fino alle piccole stazioni delle Prealpi. A Montecampione tutti gli appartamenti registrano già il gran pieno per i mesi delle vacanze e negli operatori c’è grande attesa per una situazione di tutto esaurito.

«In un momento in cui la montagna si annuncia come la grande protagonista dell’estate — spiega Stefano Iorio, ad di Montecampione Ski-Area — è importante non deludere la gente. Dobbiamo giocare bene la nostra partita, perché il pubblico che si appresta a trascorrere un periodo di riposo da noi trovi tutto pronto». La conca e le vette di Montecampione sono un terreno straordinariamente favorevole alla mountain bike, ma anche all’escursionismo. Grazie agli impianti si può salire in quota. Iorio cosa troverà il pubblico nella vostra ski-area?
«Troverà la bellezza delle nostre vette che si affacciano sul lago d’Iseo, da una parte, e sul lago di Garda, dall’altra. Stiamo predisponendo tutte le attività al fine di rendere straordinaria la vacanza per tutti».
Salendo con gli impianti ci sono problemi di sicurezza legati ai rischi di contagio?
«Ad oggi tutto il personale di MSA sta lavorando per mettere in sicurezza le strutture secondo le normative vigenti. Siamo però in attesa di avere le linee guida dal ministero competente per avere tutto pronto».
Nei giorni scorsi avete avuto un incontro con il sindaco di Artogne. In vista della stagione estiva tutti gli operatori e le amministrazioni comunali faranno finalmente squadra?
«Credo proprio di sì. L’intenzione da parte di tutti gli operatori, che hanno interesse e soprattutto credono nelle straordinarie opportunità che Montecampione può offrire, è quella di dare ancora di più il miglior servizio a tutti i turisti. Visto quanto purtroppo accaduto nelle settimane passate, lo abbiamo sentito tutti come un dovere e un impegno imprescindibile».
Nella stagione invernale avevate annunciato una serie di interventi sulle strutture della ski-area. Importantissimo il progetto H48 della regione Lombardia per l’innevamento programmato.
«Posso dire che abbiamo già iniziato con la progettazione definitiva e soprattutto abbiamo iniziato a svolgere tutte le procedure burocratiche necessarie affinché si possa iniziare al più presto a dare “il primo colpo di benna”».
Si è parlato anche di rinnovamenti delle piste, a partire dalla Panoramica.
«Anche su questo progetto stiamo lavorando alacremente con il nostro personale e con i professionisti».
Quando darete il via alla revisione generale per il rinnovo della vita tecnica della seggiovia le Baite a Montecampione 1800?
«Abbiamo iniziato il primo giugno. Le nostre maestranze saranno impegnate al massimo per portare a termine le attività necessarie per il rinnovo e soprattutto per avere la certificazione da parte dell’Ustif, l’ente del Ministero che autorizza l’esercizio degli impianti di risalita».
Pensate di cogliere l’opportunità della stagione estiva, per cui si annuncia il gran pieno, per promuovere la stagione invernale?
«Assolutamente sì. Stiamo già lavorando per il nuovo listino e a brevissimo usciremo con delle promozioni molto allettanti per tutti i gli amanti delle nostre piste da sci!».
In molti si aspettano che il suo arrivo a Montecampione possa aprire una nuova stagione di fiducia e di investimenti. Quali progetti avete in serbo per il futuro?
«I progetti principali riguardano sempre più l’innevamento artificiale, la messa in sicurezza delle piste da sci e il loro miglioramento. Sappiamo che le stazioni di prossimità, e la nostra è la stazione che sorge ai margini delle città principali della Lombardia, saranno quelle che meglio potranno soddisfare le nuove esigenze e i desideri che purtroppo sono cambiati dopo la pandemia Covid. Ma siamo e saremo sempre fiduciosi, perché sappiamo che Montecampione ha tantissimo da offrire».

Franco Brevini

Sorgente: Montecampione, Iorio: per l’estate è tutto esaurito. E in sicurezza


Lascia un commento