I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Bresciaoggi – Abusi edilizi mai sanati Artogne rialza le tariffe

| 0 commenti

Sulla carta i progetti avevano contorni precisi; peccato però che spesso nella realtà le opere non siano state sempre conformi a quanto depositato in municipio. L’abusivismo edilizio è un gigantesco male italiano anche a Montecampione, e il Comune di Artogne lo sta scoprendo da qualche anno.Le prime esigenze di sistemare a livello catastale frazionamenti e planimetrie si sono manifestate nel 2019, con il passaggio in mano pubblica delle opere di urbanizzazione legate al fallimento di Alpiaz. Poi si sono aggiunte quelle che avevano a che fare col fallimento della Montecampione hotel, tanto che i nuovi acquirenti degli alberghi, la Montecampione srl di Dattilo e Beccaria, hanno dovuto ritardare l’atto notarile di registrazione proprio per risolvere alcune situazioni non regolari al Plan di Bassinale. E non sono mancate criticità legate neppure nell’ex hotel di quota 1.200, sempre per difformità tra quanto realizzato e quanto presente negli uffici comunali. Il tutto è frutto di abusi e mancati controlli del passato, che trovano oggi conferma e anche risposta in una decisione della giunta di Artogne, che ha aggiornato i diritti di segreteria e di istruttoria per il rilascio di pratiche urbanistiche ed edilizie a sanatoria negli ambiti turistici proprio a Montecampione, alle quote 1.200 e 1.800.

Come detto i problemi sono emersi con la richiesta di accesso agli atti che Montecampione srl ha effettuato per redarre i progetti di ristrutturazione degli alberghi di Preottone e Bassinale.E le nuove «tariffe»? Per le sanatorie, il costo da sostenere per le pratiche relative a interi complessi sarà di 5.164 euro; mille euro nel caso di richieste di accertamento di compatibilità paesaggistica per ogni scala di condominio; altrettanto per i diritti di segreteria legati al certificato di inizio attività e 2.500 euro per la pratica per un albergo. Per quanto riguarda poi il costo di costruzione in sanatoria, da calcolare in misura doppia, la giunta ha deciso che all’Ufficio tecnico dovrà essere presentato il computo metrico delle opere realizzate applicando l’aliquota del 10%. A sanatorie avvenute potranno partire le auspicate opere di ristrutturazione degli alberghi, con l’augurio che si risolvano i problemi degli impianti sciistici, altrimenti la necessità di destagionalizzare e sviluppare l’accoglienza estiva dovrà essere ribaltata sull’inverno.

Doemico Benzoni

Sorgente: Abusi edilizi mai sanati Artogne rialza le tariffe | Bresciaoggi


 

Anche a Montecampione è possibile richiedere una consulenza gratuita a riguardo del mondo dell'estrazione di BITCOIN

NOTRADING


Cambio in tempo reale su:

Offerto da Investing.com

Lascia un commento