I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

News: Dal 151° articolo più recente pubblicato al 200°

07/07/2022Giornata camuna per il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana che ha siglato due patti territoriali con i Comuni interessati e la Comunità Montana: il primo per Montecampione ed il secondo per Borno. Lo strumento del Patto Territoriale è stato introdotto della l.r. 40/2017 “Disposizioni per la promozione e lo sviluppo dei territori montani interessati da impianti di risalita e dalle infrastrutture connesse e funzionali al relativo servizio”, con un accordo promosso e sottoscritto da enti locali o da altri soggetti pubblici. Il Patto Territoriale deve coinvolgere il sistema economico locale in una logica integrata legata all’incidenza del comparto turistico sull’economia regionale e locale e alla necessità di favorire la permanenza della popolazione negli stessi territori montani. Il Patto territoriale per Montecampione vede coinvolti i comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e la Comunità Montana di Valle Camonica e prevede tre interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ e ‘Longarino – Monte Splaza’ con 7.482.950 euro, su un importo complessivo 13.165.900,00 euro. La quota rimanente di 5.682.950 euro sarà garantita dal Comune di Artogne e dalla Comunità Montana di Valle Camonica. Per Borno-Monte Altissimo il patto prevede 17.000.000,00 euro, sottoscritto dal Comune di Borno (Capofila) e dai comuni di Angolo Terme, Darfo Boario Terme, Piancogno, Comunità Montana di Valle Camonica, Unione dei Comuni degli Antichi Borghi. La somma si compone di 14,5 milioni di euro, di cui 9,8 milioni di euro di risorse autonome regionali e 4,7 milioni di euro di risorse statali frutto dell’intesa raggiunta tra Regione Lombardia e il Ministero del Turismo, 2.450mila euro dal Comune di Borno e dalla Comunità Montana di Valle Camonica. Francesco Gheza Sorgente: +Valli TV – “LA MONTAGNA E’ NEL CUORE DELLA REGIONE”   [...] Leggi di più...
07/07/2022Tappa bresciana per Attilio Fontana: firmati due patti per il rilancio del comprensorio di Montecampione e di Borno Verificare sul campo le esigenze del territorio. Specialmente nelle Aree Interne, quelle zone della regione particolarmente caratterizzate da isolamento geografico, calo demografico e bassi livelli nell’offerta dei servizi essenziali. È questa una delle motivazioni che ha spinto il presidente Attilio Fontana a intraprendere una serie di incontri in tutte queste zone della Lombardia. Oggi è stata la volta della sua visita in Valle Camonica. Con la tappa bresciana è stata presentata l’Agenda del Controesodo e la Strategia delle Aree Interne, un programma di rilancio dei territori svantaggiati finanziato con 200 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree Interne). L’Area Interna Valle Camonica è stata candidata da Regione Lombardia sulla Strategia Nazionale Aree Interne 2021-2027 e comprende 35 Comuni della zona montana della provincia di Brescia, caratterizzati da fragilità territoriale, ma dall’alto potenziale di sviluppo. Per l’elaborazione della Strategia Aree Interne Regione Lombardia potrà contare sulla collaborazione del Politecnico di Milano, che metterà a disposizione le proprie professionalità tecnico-scientifiche e su un accordo con Anci Lombardia per realizzare centri di competenza che aiutino gli enti locali a realizzare gli interventi progettati. Patto per lo sviluppo del comprensorio sciistico di Montecampione In mattinata si sono siglati due importanti accordi riguardanti il futuro del territorio. Tra le montagne di Montecampione, davanti al monumento che celebra il campionissimo del ciclismo Marco Pantani, il governatore ha sottoscritto il Patto per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica. Il documento prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Valle Camonica e si pone l’obiettivo di migliorare i collegamenti dell’intero comprensorio attraverso la realizzazione di importanti interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti Dosso delle Beccherie; Secondino – Monte Splaza e Longarino – Monte Splaza, opere per le quali Regione Lombardia ha messo in campo oltre 7 milioni di euro, su un importo complessivo che supera di poco i 13 milioni. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica garantiranno invece una quota complessiva di 5 milioni e 682mila euro. Patto per il comprensorio Borno-Monte Altissimo A seguire, Attilio Fontana ha messo la sua firma sul secondo accordo previsto nell’ambito della sua missione: il Patto Territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno – Monte Altissimo. L’intesa prevede la realizzazione, entro la fine del 2024, di due importanti interventi infrastrutturali, per un importo complessivo di 17 milioni di euro. Regione Lombardia contribuisce con un finanziamento di 14,5 milioni di euro, di cui 9,8 milioni di euro di risorse autonome regionali e 4,7 milioni di euro di fondi statali frutto dell’intesa raggiunta tra Regione Lombardia e Ministero del Turismo, che ne ha disposto l’assegnazione per la realizzazione di infrastrutture sportive in vista dei Giochi Olimpici del 2026 per migliorare l’attrattività dei territori. Gli interventi alla base dell’attuazione del Patto sono la realizzazione di una nuova ed unica telecabina ad otto posti di arroccamento al Monte Altissimo con la sostituzione dell’attuale impianto di collegamento tra la stazione di partenza delle piste e la vetta del Monte Altissimo e la ristrutturazione e la riqualificazione complessiva dell’attuale edificio presente in quota sulla vetta del Monte Altissimo. Una struttura destinata a rifugio, ponendo particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla riduzione degli impatti ambientali e paesaggistici. Il Comune di Borno e la Comunità Montana di Valle Camonica si impegnano a concorrere al cofinanziamento garantendo una quota complessiva di euro 2 milioni 450mila euro. La visita del presidente Fontana è quindi proseguita a Malegno per far tappa alla Pia Fondazione Valle Camonica Onlus, realtà sociale che promuove, realizza, gestisce e coordina servizi per anziani, disabili e minori nel settore assistenziale e sociosanitario. A seguire l’appuntamento alla Ciclovia dell’Oglio, opera eccezionale che riguarda oltre alla provincia di Brescia, quelle di Bergamo, Cremona e Mantova. E quindi al Museo Archeologico della Valle Camonica di Cividate Camuno, con una sede rinnovata grazie al sostegno economico di Regione Lombardia. Sorgente: Il presidente della Lombardia in visita in Valcamonica – Giornale di brescia   [...] Leggi di più...
07/07/2022Fontana: “Essere sindaco di tutti i lombardi significa valorizzare ogni area della Regione.” Calo demografico e bassa offerta servizi essenziali Specialmente nelle ‘Aree Interne’, quelle zone della regione particolarmente caratterizzate da isolamento geografico, calo demografico e bassi livelli nell’offerta dei servizi essenziali. È questa una delle motivazioni che ha spinto il presidente, Attilio Fontana – oggi (giovedì 7 luglio) in Valle Camonica – a intraprendere una serie di incontri in tutte queste zone della Lombardia “con l’obiettivo – spiega il governatore – di favorire una loro rivitalizzazione, al fine di aumentarne l’attrattività e fermare il processo di spopolamento, puntando ad un’economia di valorizzazione locale”. Ricordando l’importanza del suo passato da sindaco, il governatore Fontana ha detto: “Essere oggi ‘sindaco di tutti i lombardi’, significa essere vicino alle persone e agire con concretezza, non con proclami ma attraverso azioni che rispondano alle esigenze dei territori”. Strategia delle aree interne, 200 milioni per rilanciarle Dopo la prima visita nell’Oltrepò Pavese, il presidente Fontana, insieme agli assessori regionali Massimo Sertori (Montagna, Enti locali e Piccoli comuni) e Davide Caparini (Bilancio e Finanze), ha fatto tappa in Valle Camonica per presentare l’‘Agenda del Controesodo’ e la ‘Strategia delle Aree Interne’, un ambizioso programma di rilancio dei territori svantaggiati finanziato con 200 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree Interne). L’Area Interna Valle Camonica è stata candidata da Regione Lombardia sulla Strategia Nazionale Aree Interne 2021-2027 e comprende 35 Comuni della zona montana della provincia di Brescia, caratterizzati da fragilità territoriale ma dall’alto potenziale di sviluppo. Per l’elaborazione della Strategia Aree Interne Regione Lombardia potrà contare sulla collaborazione del Politecnico di Milano, che metterà a disposizione le proprie professionalità tecnico-scientifiche e su un accordo con Anci Lombardia per realizzare centri di competenza che aiutino gli enti locali a realizzare gli interventi progettati. Fontana: Valle Camonica territorio ricco di cultura e tradizioni “La Valle Camonica – ha detto Attilio Fontana incontrando gli stakeholder del territorio a Piamborno – è un territorio ricco di tradizioni e cultura, per molti aspetti unico. Le sue radici affondano in una storia millenaria, che dagli antichi popoli camuni è giunta fino ai giorni nostri. Un patrimonio prezioso che abbiamo il dovere di preservare e che deve essere una delle leve per promuovere la montagna e tutto il sistema economico-produttivo che ruota intorno a essa. Ancora una volta – ha aggiunto il governatore – dal confronto con le persone che abitano e lavorano in questa terra, ho potuto cogliere la concretezza tipica del ‘fare lombardo’. E noi, come Istituzioni, non possiamo disperdere questo patrimonio e questa voglia di valorizzare l’impresa, l’artigianato, il turismo e la cultura della Valle Camonica”. Assessore Sertori: “Fondamentale valorizzare la montagna” “Il tema della valorizzazione della montagna – ha evidenziato l’assessore Sertori – per il presidente Fontana è centrale’. ‘In Valle Camonica – ha aggiunto – il radicamento e l’attaccamento al territorio consentiranno di sfruttare al meglio la sinergia con la Regione Lombardia, rendendo ancora più attrattivi luoghi per certi versi davvero unici e inimitabili. Un impegno il nostro che è partito da qui e, qualche giorno fa, dall’Oltrepò Pavese ma che sarà una costante di tutte le Aree Interne della Lombardia”. Assessore Caparini: “Politica dell’ascolto al centro del nostro agire” “Posso assicurare, essendo originario di questa zona – ha aggiunto l’assessore Caparini – che la grande forza di volontà delle persone della Valle Camonica è per certi versi unica. La politica dell’ascolto e del confronto da sempre al centro dell’azione del presidente Fontana sono alla base dei risultati presentati oggi e dei progetti che verranno realizzati in futuro’. La tappa camuna del presidente Fontana ha portato anche alla concretizzazione di due importanti accordi riguardanti il futuro del territorio. La sottoscrizione del patto per lo sviluppo strategico di Montecampione-bassa Valle Camonica In mattinata, tra le montagne di Montecampione, davanti al monumento che celebra il campionissimo del ciclismo Marco Pantani, fortemente voluto da Regione Lombardia, il governatore ha sottoscritto il ‘Patto per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica’. Il documento ‘prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Valle Camonica e si pone l’obiettivo di migliorare, omogenizzare e velocizzare i collegamenti dell’intero comprensorio attraverso la realizzazione di importanti interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ e ‘Longarino – Monte Splaza’, opere per le quali Regione Lombardia ha messo in campo 7.482.950 euro, su un importo complessivo di 13.165.900,00 euro. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica garantiranno invece una quota complessiva di euro 5.682.950 euro. Il patto per il comprensorio turistico di Borno-Monte Altissimo A seguire, Attilio Fontana ha messo la sua firma sul secondo accordo previsto nell’ambito della sua missione: il ‘Patto Territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno – Monte Altissimo’. L’intesa prevede la realizzazione, entro la fine del 2024, di due importanti interventi infrastrutturali, per un importo complessivo di 17 milioni di euro. Regione Lombardia contribuisce con un finanziamento di 14,5 milioni di euro, di cui 9,8 milioni di euro di risorse autonome regionali e 4,7 milioni di euro di fondi statali frutto dell’intesa raggiunta tra Regione Lombardia e Ministero del Turismo, che ne ha disposto l’assegnazione per la realizzazione di infrastrutture sportive in vista dei Giochi Olimpici del 2026 per migliorare l’attrattività dei territori. Gli interventi alla base dell’attuazione del ‘Patto’ sono la realizzazione di una nuova ed unica telecabina ad otto posti di arroccamento al Monte Altissimo con la sostituzione dell’attuale impianto di collegamento tra la stazione di partenza delle piste e la vetta del Monte Altissimo e la ristrutturazione e la riqualificazione complessiva dell’attuale edificio presente in quota sulla vetta del Monte Altissimo. Struttura destinata a rifugio, ponendo particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla riduzione degli impatti ambientali e paesaggistici. Il Comune di Borno e la Comunità Montana di Valle Camonica si impegnano a concorrere al cofinanziamento garantendo una quota complessiva di euro 2.450.000 euro. I comuni aree interna Vallecamonica L”Area Interna Valcamonica’, individuata da Regione Lombardia, include 35 Comuni della zona montana della provincia di Brescia: Angolo Terme, Artogne, Berzo Demo, Berzo Inferiore, Bienno, Borno, Braone, Capo di Ponte, Cedegolo, Cerveno, Cimbergo, Cividate, Camuno, Corteno Golgi, Darfo Boario Terme, Edolo, Esine, Gianico, Incudine, Lozio, Losine, Malegno, Malonno, Monno, Niardo, Ono San Pietro, Ossimo, Paisco Loveno, Paspardo, Pian Camuno, Piancogno, Sellero, Sonico, Temù, Vezza d’Oglio e Vione. Con una popolazione totale di oltre 80.000 abitanti. La nuova Area Interna Valcamonica comprende tutti i Comuni dell’omonima comunità montana, a esclusione dei Comuni beneficiari delle risorse del Fondo Comuni Confinanti (Breno, Ceto, Cevo, Ponte di Legno, Saviore dell’Adamello). La visita del presidente Fontana è quindi proseguita a Malegno per far tappa alla Pia Fondazione ‘Valle Camonica Onlus’, realtà sociale che promuove, realizza, gestisce e coordina servizi per anziani, disabili e minori nel settore assistenziale e sociosanitario. A seguire l’appuntamento alla ‘Ciclovia dell’Oglio’, opera eccezionale che riguarda oltre alla provincia di Brescia, quelle di Bergamo, Cremona e Mantova. E quindi al Museo Archeologico della Valle Camonica di Cividate Camuno, con una sede rinnovata grazie al sostegno economico di Regione Lombardia. Sorgente: Il presidente Attilio Fontana in Valle Camonica: “Qui impresa e turismo sinonimo di concretezza” – Prima Brescia   [...] Leggi di più...
07/07/2022In questo territorio impresa e turismo simbolo di concretezza Verificare sul campo, anche e soprattutto attraverso la politica dell’ascolto, le esigenze del territorio. Specialmente nelle ‘Aree Interne’, quelle zone della regione particolarmente caratterizzate da isolamento geografico, calo demografico e bassi livelli nell’offerta dei servizi essenziali. È questa una delle motivazioni che ha spinto il presidente, Attilio Fontana – oggi in Valle Camonica – a intraprendere una serie di incontri in tutte queste zone della Lombardia “con l’obiettivo – spiega il governatore – di favorire una loro rivitalizzazione, al fine di aumentarne l’attrattività e fermare il processo di spopolamento, puntando ad un’economia di valorizzazione locale”. Ricordando l’importanza del suo passato da sindaco, il governatore Fontana ha detto: “Essere oggi ‘sindaco di tutti i lombardi’, significa essere vicino alle persone e agire con concretezza, non con proclami ma attraverso azioni che rispondano alle esigenze dei territori”. Dopo la prima visita nell’Oltrepò Pavese, il presidente Fontana, insieme agli assessori regionali Massimo Sertori (Montagna, Enti locali e Piccoli comuni) e Davide Caparini (Bilancio e Finanze), ha fatto tappa in Valle Camonica per presentare l”Agenda del Controesodo’ e la ‘Strategia delle Aree Interne’, un ambizioso programma di rilancio dei territori svantaggiati finanziato con 200 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree Interne). L’Area Interna Valle Camonica è stata candidata da Regione Lombardia sulla Strategia Nazionale Aree Interne 2021-2027 e comprende 35 Comuni della zona montana della provincia di Brescia, caratterizzati da fragilità territoriale ma dall’alto potenziale di sviluppo. Per l’elaborazione della Strategia Aree Interne Regione Lombardia potrà contare sulla collaborazione del Politecnico di Milano, che metterà a disposizione le proprie professionalità tecnico-scientifiche e su un accordo con Anci Lombardia per realizzare centri di competenza che aiutino gli enti locali a realizzare gli interventi progettati. “La Valle Camonica – ha detto Attilio Fontana incontrando gli stakeholder del territorio a Piamborno – è un territorio ricco di tradizioni e cultura, per molti aspetti unico. Le sue radici affondano in una storia millenaria, che dagli antichi popoli camuni è giunta fino ai giorni nostri. Un patrimonio prezioso che abbiamo il dovere di preservare e che deve essere una delle leve per promuovere la montagna e tutto il sistema economico-produttivo che ruota intorno a essa”. “Ancora una volta – ha aggiunto il governatore – dal confronto con le persone che abitano e lavorano in questa terra, ho potuto cogliere la concretezza tipica del ‘fare lombardo’. E noi, come Istituzioni, non possiamo disperdere questo patrimonio e questa voglia di valorizzare l’impresa, l’artigianato, il turismo e la cultura della Valle Camonica”. “Il tema della valorizzazione della montagna – ha evidenziato l’assessore Sertori – per il presidente Fontana è centrale’. ‘In Valle Camonica – ha aggiunto – il radicamento e l’attaccamento al territorio consentiranno di sfruttare al meglio la sinergia con la Regione Lombardia, rendendo ancora più attrattivi luoghi per certi versi davvero unici e inimitabili. Un impegno il nostro che è partito da qui e, qualche giorno fa, dall’Oltrepò Pavese ma che sarà una costante di tutte le Aree Interne della Lombardia”. “Posso assicurare, essendo originario di questa zona – ha aggiunto l’assessore Caparini – che la grande forza di volontà delle persone della Valle Camonica è per certi versi unica. La politica dell’ascolto e del confronto da sempre al centro dell’azione del presidente Fontana sono alla base dei risultati presentati oggi e dei progetti che verranno realizzati in futuro’. La tappa camuna del presidente Fontana ha portato anche alla concretizzazione di due importanti accordi riguardanti il futuro del territorio. In mattinata, tra le montagne di Montecampione, davanti al monumento che celebra il campionissimo del ciclismo Marco Pantani, fortemente voluto da Regione Lombardia, il governatore ha sottoscritto il ‘Patto per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica’. Il documento ‘prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Valle Camonica e si pone l’obiettivo di migliorare, omogenizzare e velocizzare i collegamenti dell’intero comprensorio attraverso la realizzazione di importanti interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ e ‘Longarino – Monte Splaza’, opere per le quali Regione Lombardia ha messo in campo 7.482.950 euro, su un importo complessivo di 13.165.900,00 euro. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica garantiranno invece una quota complessiva di euro 5.682.950 euro. A seguire, Attilio Fontana ha messo la sua firma sul secondo accordo previsto nell’ambito della sua missione: il ‘Patto Territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno – Monte Altissimo’. L’intesa prevede la realizzazione, entro la fine del 2024, di due importanti interventi infrastrutturali, per un importo complessivo di 17 milioni di euro. Regione Lombardia contribuisce con un finanziamento di 14,5 milioni di euro, di cui 9,8 milioni di euro di risorse autonome regionali e 4,7 milioni di euro di fondi statali frutto dell’intesa raggiunta tra Regione Lombardia e Ministero del Turismo, che ne ha disposto l’assegnazione per la realizzazione di infrastrutture sportive in vista dei Giochi Olimpici del 2026 per migliorare l’attrattività dei territori. Gli interventi alla base dell’attuazione del ‘Patto’ sono la realizzazione di una nuova ed unica telecabina ad otto posti di arroccamento al Monte Altissimo con la sostituzione dell’attuale impianto di collegamento tra la stazione di partenza delle piste e la vetta del Monte Altissimo e la ristrutturazione e la riqualificazione complessiva dell’attuale edificio presente in quota sulla vetta del Monte Altissimo. Struttura destinata a rifugio, ponendo particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla riduzione degli impatti ambientali e paesaggistici. Il Comune di Borno e la Comunità Montana di Valle Camonica si impegnano a concorrere al cofinanziamento garantendo una quota complessiva di euro 2.450.000 euro. L”Area Interna Valcamonica’, individuata da Regione Lombardia, include 35 Comuni della zona montana della provincia di Brescia: Angolo Terme, Artogne, Berzo Demo, Berzo Inferiore, Bienno, Borno, Braone, Capo di Ponte, Cedegolo, Cerveno, Cimbergo, Cividate, Camuno, Corteno Golgi, Darfo Boario Terme, Edolo, Esine, Gianico, Incudine, Lozio, Losine, Malegno, Malonno, Monno, Niardo, Ono San Pietro, Ossimo, Paisco Loveno, Paspardo, Pian Camuno, Piancogno, Sellero, Sonico, Temù, Vezza d’Oglio e Vione. Con una popolazione totale di oltre 80.000 abitanti. La nuova Area Interna Valcamonica comprende tutti i Comuni dell’omonima comunità montana, a esclusione dei Comuni beneficiari delle risorse del Fondo Comuni Confinanti (Breno, Ceto, Cevo, Ponte di Legno, Saviore dell’Adamello). La visita del presidente Fontana è quindi proseguita a Malegno per far tappa alla Pia Fondazione ‘Valle Camonica Onlus’, realtà sociale che promuove, realizza, gestisce e coordina servizi per anziani, disabili e minori nel settore assistenziale e sociosanitario. A seguire l’appuntamento alla ‘Ciclovia dell’Oglio’, opera eccezionale che riguarda oltre alla provincia di Brescia, quelle di Bergamo, Cremona e Mantova. E quindi al Museo Archeologico della Valle Camonica di Cividate Camuno, con una sede rinnovata grazie al sostegno economico di Regione Lombardia. Sorgente: Valtellina News – notizie da Sondrio e provincia » Attilio Fontana in visita in Valle Camonica   [...] Leggi di più...
07/07/2022Non solo azioni importanti sotto il profilo economico-produttivo – come la sottoscrizione di due ‘Patti del territorio’ mirati a favorire la fruibilità e il rilancio turistico dell”Area Interna’ della Valle Camonica e l’incontro con gli stakeholder dei vari settori, ma anche spazio alla scoperta e alla valorizzazione dei temi ambientali e culturali di quella che il presidente Fontana non ha esitato a definire “unici e dal valore inestimabile”. Il governatore, insieme agli assessori regionali Davide Caparini (Bilancio e Finanza) e Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), infatti dopo gli appuntamenti a Montecampione-Artogne, Piamborno e Borno, ha sperimentato sul campo la ‘Ciclovia dell’Oglio’. Un percorso che si sviluppa in circa 280 km e attraversa, da nord a sud, il territorio lombardo, incontrando le province di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova. “Da vedere e da provare – ha commentato con entusiasmo Attilio Fontana – non solo per gli appassionati della bicicletta, ma più in generale per tutti coloro che vogliono immergersi in un mix ambientale che, oltre ai bellissimi paesaggi della Valle Camonica, offre scenari lombardi straordinari”. La partenza è posta al Passo del Tonale, a 1.883 mt di quota, nel cuore delle montagne del Parco dell’Adamello, mentre l’arrivo è collocato a quota 21 metri, presso il Ponte di Barche a San Matteo delle Chiaviche: 1.862 metri il dislivello lungo un percorso, all’80% su asfalto e per il restante 20% su sterrato. La ‘Ciclovia dell’Oglio’ ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di “ciclabile più bella d’Italia” per l’anno 2019, un successo decretato dalla giuria di esperti del premio ‘Italian Green Road Award’. “Grazie al bando di Regione Lombardia per la ‘Promozione del Cicloturismo in Lombardia’ – ha ricorda Fontana – la Provincia di Brescia, capofila di un’aggregazione di dieci Comuni, è stata ammessa al finanziamento di 415.000 euro per un progetto complessivo di oltre 800.000 euro finalizzato ad apportare delle migliorie al tracciato della ciclovia”. E dall’ambiente alla cultura il passo è breve. A Cividate Camuno il governatore ha chiuso la tappa del tour ‘Aree Interne’ al nuovo ‘Museo archeologico nazionale della Valle Camonica’ nella rinnovata sede. Lavori completati, grazie al contributo di Regione Lombardia e della Comunità Montana di Valle Camonica, dal Comune e dalla Direzione Regionale Musei Lombardia, con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Bergamo e Brescia. “Un luogo davvero interessante- ha concluso Fontana – una nuova sede all’altezza dei tesori rinvenuti in questi luoghi e custoditi da molti anni. Museo che sarà punto di partenza e di arrivo del percorso della Valle Camonica romana”. Cividate Camuno, antica Civitas Camunnorum, ha come altre tappe d’interesse l’area del foro e il Parco Archeologico del teatro e dell’anfiteatro. Non lontano da qui, poi, si trova anche il Parco Archeologico del Santuario di Minerva a Spinera di Breno. Altre informazioni ed immagini al link della sorgente: PRESIDENTE FONTANA IN VALLE CAMONICA: ‘CICLOVIA DELL’OGLIO’ E MUSEO ARCHEOLOGICO GIOIELLI UNICI DA VISITARE E SOSTENERE | Mincio&Dintorni   [...] Leggi di più...
07/07/2022Artogne – Visita istituzionale dei vertici di Regione Lombardia in Valle Camonica: il presidente Attilio Fontana, l’assessore Davide Caparini e il consigliere regionale Francesco Ghiroldi hanno fatto tappa in mattina a Montecampione, incontrando i sindaci, tra cui Barbara Bonicelli (Artogne), Giorgio Ramazzini (Pian Camuno), Mirko Pendoli (Gianico), Cristian Molinari (Rogno), Dario Colossi che ha debuttato con la fascia tricolore di sindaco di Darfo Boario Terme ad un incontro istituzionale, il vicepresidente della Comunità Montana di Valle Camonica, Enrico Dellanoce. Il ritrovo è stato presso la località Plan di Bassinale dove i Comuni di Artogne, Pian Camuno, Gianico, Darfo e Rogno, e la Comunità Montana di Valle Camonica hanno sottoscritto (nella foto) con Regione Lombardia un preliminare del patto territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico e sciistico di Montecampione. Dopo l’accordo quadro delle tre valli che ci sta consentendo importanti manutenzioni straordinarie di messa in sicurezza delle infrastrutture (strada 1200/1800 e gallerie) a costo zero per il Comune di Artogne, ha ribadito il sindaco Barbara Bonicelli – ora “c’è una disponibilità ad aiutare nell’ottica di un rilancio economico con risvolti importanti per la bassa valle Camonica. Solo se gli enti pubblici mettono garanzie di investimento sulle parti di propria competenza, sarà possibile e appetibile per gli investitori privati fare impresa e muovere nuovamente la microeconomia locale. Ancora una volta da Regione Lombardia un’attenzione al nostro territorio che merita una visione d’insieme”. Dopo l’accordo i vertici di Regione Lombardia il presidente Fontana, l’assessore Caparini e il consigliere Ghiroldi si sono trasferiti a Piamborno per  un “Incontro istituzionale con gli stakeholder” e nel pomeriggio la visita istituzionale proseguirà a Borno (Skiarea Monte Altissimo) con la sottoscrizione “Patto territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno – Monte Altissimo in Valle Camonica”‘, poi alle 16:30 a Malegno ci sarà la visita alla “Pia Fondazione Valle Camonica Onlus” e al termine sopralluogo alla “Ciclovia dell’Oglio”, attraversando il ponte nuovo sull’Oglio verso Cividate Camuno, e sempre a Cividate Camuno si concluderà la visita al “Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica”. L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE FONTANA Verificare sul campo, anche e soprattutto attraverso la politica dell’ascolto, le esigenze del territorio. Specialmente nelle ‘Aree Interne’, quelle zone della regione particolarmente caratterizzate da isolamento geografico, calo demografico e bassi livelli nell’offerta dei servizi essenziali. È questa una delle motivazioni che ha spinto il presidente, Attilio Fontana – oggi in Valle Camonica – a intraprendere una serie di incontri in tutte queste zone della Lombardia “con l’obiettivo – spiega il governatore – di favorire una loro rivitalizzazione, al fine di aumentarne l’attrattività e fermare il processo di spopolamento, puntando ad un’economia di valorizzazione locale”. Ricordando l’importanza del suo passato da sindaco, il governatore Fontana ha detto: “Essere oggi ‘sindaco di tutti i lombardi’, significa essere vicino alle persone e agire con concretezza, non con proclami ma attraverso azioni che rispondano alle esigenze dei territori”. STRATEGIA DELLE AREE INTERNE, 200 MILIONI PER RILANCIARLE – Dopo la prima visita nell’Oltrepò Pavese, il presidente Fontana, insieme agli assessori regionali Massimo Sertori (Montagna, Enti locali e Piccoli comuni) e Davide Caparini (Bilancio e Finanze), ha fatto tappa in Valle Camonica per presentare l”Agenda del Controesodo’ e la ‘Strategia delle Aree Interne’, un ambizioso programma di rilancio dei territori svantaggiati finanziato con 200 milioni di euro di risorse europee e regionali (circa 14 milioni per ciascuna delle 14 Aree Interne). L’Area Interna Valle Camonica è stata candidata da Regione Lombardia sulla Strategia Nazionale Aree Interne 2021-2027 e comprende 35 Comuni della zona montana della provincia di Brescia, caratterizzati da fragilità territoriale ma dall’alto potenziale di sviluppo. Per l’elaborazione della Strategia Aree Interne Regione Lombardia potrà contare sulla collaborazione del Politecnico di Milano, che metterà a disposizione le proprie professionalità tecnico-scientifiche e su un accordo con Anci Lombardia per realizzare centri di competenza che aiutino gli enti locali a realizzare gli interventi progettati. FONTANA: VALLE CAMONICA TERRITORIO RICCO DI CULTURA E TRADIZIONI – “La Valle Camonica – ha detto Attilio Fontana incontrando gli stakeholder del territorio a Piamborno – è un territorio ricco di tradizioni e cultura, per molti aspetti unico. Le sue radici affondano in una storia millenaria, che dagli antichi popoli camuni è giunta fino ai giorni nostri. Un patrimonio prezioso che abbiamo il dovere di preservare e che deve essere una delle leve per promuovere la montagna e tutto il sistema economico-produttivo che ruota intorno a essa”. “Ancora una volta – ha aggiunto il governatore – dal confronto con le persone che abitano e lavorano in questa terra, ho potuto cogliere la concretezza tipica del ‘fare lombardo’. E noi, come Istituzioni, non possiamo disperdere questo patrimonio e questa voglia di valorizzare l’impresa, l’artigianato, il turismo e la cultura della Valle Camonica”. ASSESSORE SERTORI: FONDAMENTALE VALORIZZARE MONTAGNA – “Il tema della valorizzazione della montagna – ha evidenziato l’assessore Sertori – per il presidente Fontana è centrale’. ‘In Valle Camonica – ha aggiunto – il radicamento e l’attaccamento al territorio consentiranno di sfruttare al meglio la sinergia con la Regione Lombardia, rendendo ancora più attrattivi luoghi per certi versi davvero unici e inimitabili. Un impegno il nostro che è partito da qui e, qualche giorno fa, dall’Oltrepò Pavese ma che sarà una costante di tutte le Aree Interne della Lombardia”. ASSESSORE CAPARINI: POLITICA DELL’ASCOLTO AL CENTRO DEL NOSTRO AGIRE – “Posso assicurare, essendo originario di questa zona – ha aggiunto l’assessore Caparini – che la grande forza di volontà delle persone della Valle Camonica è per certi versi unica. La politica dell’ascolto e del confronto da sempre al centro dell’azione del presidente Fontana sono alla base dei risultati presentati oggi e dei progetti che verranno realizzati in futuro’. Sorgente: Sottoscritto da Regione e Comuni il patto territoriale su Montecampione | Gazzetta delle Valli News dalle Valli Lombarde e Trentine   [...] Leggi di più...
07/07/2022In grote lijnen was al bekend hoe de Ronde van Italië er in 2014 uit ging zien, maar het Italiaanse Tutto Sport zou het complete schema al hebben onderschept. Met voor het eerst drie rustdagen in een grote ronde, drie tijdritten (een ploegentijdrit, een individuele tijdrit en een klimtijdrit) en de terugkeer van de Monte Zoncolan, belooft het een mooie editie te worden. RCS Sport – de organisator van de etappekoers – maakt maandag een einde aan alle speculaties, wanneer zij het officiële etappeplan presenteert. De Italiaanse tegenstrever van La Gazzetta dello Sport publiceerde het gehele percorsi vanochtend in de papierenkrant. De ronde gaat zoals bekend op vrijdag (ook voor het eerst) 9 mei van start in het Noord-Ierse Belfast en eindigt op zondag 1 juni in Triëst. In Italië worden onder meer de beklimmingen van Santuario di Oropa, Monte Grappa, Montecampione, Panarotta, Val Martello (dak van de ronde)  bedwongen, vooraleer men op de voorlaatste dag de enorm steile flanken van de Monte Zoncolan moet overleven. Het venijn zit hem in de staart, als we Tutto Sport mogen geloven. Tijdens de laatste acht etappes zal de aankomstlijn maarliefst zes keer bergop liggen. De Italiaanse krant noemt de ronde zelfs una corsa bellissima nel nome del Pirata, ofwel een koers in de naam van Marco Pantani. Verder zal de ronde in het teken staan van Gino Bartali. De Italiaanse wielerlegende en eeuwige rivaal van Fausto Coppi zou in 2014 honderd jaar zijn geworden. Vreemd genoeg is zijn geboortegrond, Toscane (meer bepaald Ponte a Ema), niet opgenomen in het routeschema. In plaats daarvan zou de RCS Sport een dag of beklimming willen vernoemen naar Bartoli. Uitgelekt etappeplan Ronde van Italië 2014: 9 mei: Belfast-Belfast (ploegentijdrit) 10 mei: Belfast-Belfast 11 mei Armagh-Dublin 12 mei: Rustdag. Vlucht van Ierland naar Italië. 13 mei: Bari-Taranto 14 mei: Taranto-Viggiano 15 mei: Sassano-Montecassino 16 mei: Frosinone-Foligno 17 mei: Foligno-Montecopiolo 18 mei: Lugo-Sestola 19 mei: Rustdag in Modena. 20 mei Modena-Salsomaggiore 21 mei: Correggio-Savona 22 mei: Barbaresco-Barolo (individuele tijdrit over 46,4 kilometer) 23 mei: Fossano-Rivarolo 24 mei: Agliè-Oropa * 25 mei: Valdengo-Montecampione* 26 mei: Rustdag in Pontedilegno. 27 mei: Pontedilegno-Val Martello * 28 mei: Sarnonico-Vittorio Veneto 29 mei: Belluno-Malga Panarotta* 30 mei: Bassano-Monte Grappa* (individuele tijdrit) 31 mei: Maniago-Monte Zoncolan* 1 juni: Gemona-Trieste * = aankomst bergop Sorgente: Routeschema Giro d’Italia 2014 uitgelekt | Wieler Revue   [...] Leggi di più...
06/07/2022Montecampione – Il Panathlon di Vallecamonica ospite del Tiro a Volo a Montecampione (Brescia). Una location particolare ed originale per la conviviale del Panathlon Club di Vallecamonica: i soci si sono ritrovati infatti presso il campo di Tiro a Volo di Montecampione (Brescia) ospiti del Tiro a Volo Lovere (Bergamo), società presieduta da Gianpietro Faustinelli, che ha quasi 100 anni di storia. Dopo aver usufruito dei consigli degli Istruttori e aver sparato ai piattelli il presidente Ottavio Bonino ha dato inizio ufficiale alla serata con il tradizionale suono della campana e l’Inno d’Italia cantato in piedi da tutti i convenuti. Il presidente ha ringraziato per l’ospitalità e ha dato alcune notizie sul Tito a Volo lasciando poi la parola al presidente del Tiro a Volo Lovere Gianpietro Faustinelli che, a sua volta, ha ringraziato il Panathlon per la preziosa visita ed in particolare il socio Giulio Maffeis che ha contribuito all’organizzazione della conviviale. ‘Innanzitutto spero abbiate vissuto una bella esperienza al poligono di tiro. Noi siamo quelli che rompiamo i piattelli e lo facciamo da circa 100 anni; infatti ci sono documenti scritti che attestano la presenza del Tiro a Volo Lovere, nato peraltro a Darfo Boario Terme, fin dal 1924. Ogni anno ricordiamo con una Messa i nostri predecessori che non sono più tra noi citandoli uno per uno’. E cosi Faustinelli ha via via narrato la storia della società, l’interesse marcato per i giovani che poi vengono indirizzati alla sede più prestigiosa di Lonato dove peraltro insegnano lo stesso presidente e l’istruttore Marco Faustinelli. E proprio due giovani tiratori della società loverese sono stati presentati ai soci del Club: prima Gloria Labemano, già con ottimi risultati a livello nazionale ‘Ho iniziato nel 2018 a tirare e siamo davvero seguiti molto bene, passo dopo passo ed è fondamentale allenarsi tutti i giorni’, poi Andrea Capurso, vincitore a livello regionale con ottimi podi in gare nazionali: ‘Davvero questa è la mia casa, mi trovo molto bene, mi alleno con impegno ed inizio ad avere buoni risultati’. Il presidente ha poi citato Samuele Faustinelli già vincitore di gare internazionali in Kazakistan e Perù con record di 147 piattelli su 150, Dario Anguissola con due gare europee vinte e Rachele Amighetti mondiale ed europeo a squadre. Il presidente del Club Bonino ha poi rivolto alcune domande a Faustinelli sulle regole, le categorie, l’organizzazione del Tiro a Volo. ‘Si parte con i 12 anni categoria Esordienti, poi Giovani Speranze, Allievi, Junior e poi si arriva all’Eccellenza. Si passa di categoria, dai Master all’Eccellenza attraverso i risultati, un tiratore Eccellenza deve fare 120 piattelli su 125. Anche per fare i tecnici istruttori e gli allenatori è necessario acquisire Crediti Formativi attraverso veri e propri Corsi. L’allenamento principale ad un certo livello è quasi esclusivamente mentale, psicologico per reggere la pressione soprattutto degli ultimi piattelli’. Faustinelli ha poi descritto gli attrezzi utilizzati, i fucili, da usare con delicatezza e in piena sicurezza, con una o due cartucce, i piattelli in carbonato di calcio, le cartucce, i costi di un fucile (dai 2500€ ai 5000€), i costi di affiliazione alla società (60€ con sconti sull’uso delle strutture e dei materiali), alla Federazione (50€ con relativa assicurazione), all’utilizzo del campo gara (25 piattelli 8€, 25 cartucce 6€), le diverse categorie (Skeet, fossa olimpica, fossa universale e double track, quest’ultimo ormai inesistente) e le diverse modalità d’uscita dei piattelli. Infine alcune domande dei soci sulle tipologie delle gare (singolo, a coppie, a squadre), sul porto d’armi (non necessario) e sulle ferree regole per accedere e stare sul campo di tiro. Con la consegna del gagliardetto Panathlon da parte del presidente Bonino e del socio Maffeis al presidente del Tiro a Volo Lovere Gianpietro Faustinelli si è così conclusa una piacevole e bella serata di sport. Ora gli appuntamenti con il ciclismo e con il canottaggio in data da destinarsi. Sorgente: Il Panathlon di Vallecamonica ospite del Tiro a Volo a Montecampione | Gazzetta delle Valli News dalle Valli Lombarde e Trentine   [...] Leggi di più...
06/07/2022Oltre 70 titoli nel fittissimo cartellone del Consorzio Montecampione, dal 1 luglio al 27 agosto, con alcune iniziative uniche, tra cui spicca il ritorno della Banda musicale della Marina militare italiana, sabato 16 luglio, occasione nella quale verrà inaugurato anche in monumento dedicato ai marinai caduti della Vallecamonica nella zona del Laghetto. Mentre domenica 17 luglio torna la festa della Montagna in Bassinale preceduta all’alba da “Emozioni in quota” con i cori alpini e l’archeologo Ausilio Priuli. E poi tanta montagna, dove spicca il programma “Verticalmonte”, con foresta terapia, arrampicata sportiva, trekking e Mountain bike. Vertical Trail, Corri e cammina per Montecampione, Yoga, escursioni nelle malghe e nei rifugi (Cimosco e Alpe Rosello). Lo sport, come da tradizione, ha un ruolo trainante per coinvolgere famiglie con bambini, adolescenti e giovani; oltre alla scuola calcio già ben consolidata, quest’anno ci sarà anche la scuola di volley. Ma anche tanto tennis, golf nel magnifico e impegnativo campo del Preottone, a 9 buche, in attesa di poter vedere ultimato anche il campo di “Paddle”, nello spiazzo erboso antistante la piazza della Splaza. Tre i team di animazione con ruoli e caratteristiche differenti: quello per i più piccoli, quello per adolescenti e giovani e quello prettamente musicale, con serate in musica e ballo, pianobar e ascolto. E poi ancora: Tequila trio con Cecilia Carta, musica e teatro con Trait d’Union, Tributo a Zucchero con Sugarboom, la decima edizione di Stradarte con Artisti di strada, i 4 elementi con Teatro a ruota libera, Rusty Brass in Piazzetta, Serata con il cantautore Tonino Caronte, Musica anni ’80’ con The Band, l’attesissma e storica sfilata di moda del 14 agosto con Michelle Ferré, e ancora serata ani ’80 con La Trifola. Emerge anche tanta voglia di essere e fare montagna: domenica 17 luglio con “Emozioni in quota” con i Cori Vallecamonica e la Pineta e l’archeologo Ausilio Priuli, all’alba, sui luoghi della preistoria della zona, con la Festa del Bassinale e la “Giornata del viver montano” il 21 agosto con la Proloco di Artogne. E ancora: corsi e tante escursioni all’aperto per tutti, dove quest’anno ci sarà anche il “Circuito Campione” di ben 25 chilometri, per scoprire al bellezza di una montagna ricca di fascino. Francesco Gheza Sorgente: +Valli TV – 70 APPUNTAMENTI PER UN’ESTATE PIENA   [...] Leggi di più...
06/07/2022Domani il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontan, sarà in Bassa Valle Camonica, per una serie di appuntamenti che i inseriscono nel progr Domani il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, sarà in Bassa Valle Camonica, per una serie di appuntamenti che i inseriscono nel programma di visite nelle ‘Aree interne’. Alle ore 9.45 prima tappa a Montecampione in località Bassinale – Plan di Montecampione, per la sottoscrizione del ‘Patto territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione’. Alle ore 11.30 a Piamborno al Borgo Glazel per un incontro con gli stakeholder-. Alle ore 14.30 a Borno alla Ski area Monte Altissimo anche qui per la sottoscrizione ‘Patto territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio turistico di Borno – Monte Altissimo’. Alle ore 16.30 a Malegno con una visita alla ‘Pia Fondazione di Valle Camonica Onlus’ e a seguire sopralluogo alla ‘Ciclovia, attraversando il ponte nuovo sull’Oglio verso Cividate Camuno, e quindi a Cividate Camuno per la visita del ‘Museo Archeologico Nazionale della Vallecamonica’ e inaugurazione della ‘Notte Romana’. turistico di Borno – Monte Altissimo’. Alle ore 16.30 a Malegno con una visita alla ‘Pia Fondazione di Valle Camonica Onlus’ e a seguire sopralluogo alla ‘Ciclovia, attraversando il ponte nuovo sull’Oglio verso Cividate Camuno, e quindi a Cividate Camuno per la visita del ‘Museo Archeologico Nazionale della Vallecamonica’ e inaugurazione della ‘Notte Romana’. Sorgente: www.camunity.it/flash_page.php?id=50220   [...] Leggi di più...
06/07/2022L’estate è bollente e gli impianti di risalita sono chiusi, ma le scadenze legate alla revisione delle seggiovie di Montecampione non sottostanno ai cambiamenti climatici o alle sospensioni d’esercizio. Anzi, queste ultime diventano utili per fare manutenzione. E così Montecampione Ski area, se vuole guardare al futuro con una certa tranquillità, deve pensare al necessario per poter garantire la prossima stagione sciistica. È già in archivio l’approvazione del regolamento di esercizio che riserva attenzione alla specificità dell’impianto e al piano di evacuazione riferito alla quadriposto ad agganciamento automatico Preottone-Monte Corniolo, alla Plan-Baite, alla triposto Plan-Larice e alla biposto Val Maione-Dosso rotondo. Il via libera lo ha dato la Comunità montana di Valcamonica, che ha in atto con le comunità del Garda bresciano, del Sebino bresciano, della Val di Scalve, della Valtrompia, della Valsabbia e dell’alto Garda un protocollo d’intesa per l’espletamento delle funzioni tecnico amministrative riguardanti gli impianti di risalita. L’avallo è arrivato ovviamente dopo che il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nel maggio del 2021, aveva rilasciato il proprio nulla osta tecnico ai fini della sicurezza sul regolamento di esercizio di ogni singolo impianto. E adesso si va avanti: Msa deve ottenere la proroga della revisione generale della seggiovia principale, la Preottone-Monte Corniolo, costruita nel 1971, rifatta nel 2002 e revisionata nel 2012, e per questo ha presentato anche una richiesta di contributo al Comune di Pian Camuno. La risposta? L’amministrazione ha accolto la richiesta e deciso di versare 500 euro. Un piccolo aiuto che si dovrebbe aggiungere ad altri proprio per dare una mano alla società degli impianti, che non sembra vivere il suo momento migliore. Ma la novità più importante è quella che sta per maturare: domani il presidente della Regione Attilio Fontana sarà al Plan per firmare ufficialmente con i sindaci coinvolti (di Darfo, Artogne, Pian Camuno, Gianico e Rogno) il Patto territoriale per lo sviluppo strategico integrato di Montecampione, che prevede l’investimento da parte di Regione, Comunità montana e Artogne (il 57% a carico della Regione, il 43% degli altri due enti) di 13 milioni e 165mila euro per rifare gli impianti del Longarino, Secondino e Beccherie in prossima «scadenza». Impianti che dopo l’operazione dovrebbero passare alla gestione del Comune di Artogne, e finire in un project financing tutto da definire per la futura Domenico Benzoni Sorgente: Montecampione, il rilancio investe su 13 milioni di euro | Bresciaoggi   [...] Leggi di più...
02/07/2022Pubblicato in Notizie da Regione Lombardia 2022 “La Giunta di Regione Lombardia ha approvato il ‘Patto Territoriale’ per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica”.  lo rende noto l’Assessore al Bilancio e Finanza, Davide Caparini. “Il Patto Territoriale – continua l’Assessore –  frutto di un percorso concertativo e sinergico portato avanti dagli Enti locali che ha definito le strategie e le esigenze del territorio e che prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Valle Camonica, punta a migliorare, omogenizzare e velocizzare la fruizione e i collegamenti dell’intero comprensorio attraverso la realizzazione di tre interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ e ‘Longarino – Monte Splaza’, interventi per i quali Regione Lombardia ha messo in campo 7.482.950 euro, su un importo complessivo degli interventi del Patto Territoriale di 13.165.900,00 euro. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica garantiranno invece una quota complessiva di euro 5.682.950 euro. Questi interventi infrastrutturali di notevole rilievo hanno lo scopo di far diventare l’intero Comprensorio sempre più accogliente e attrattivo grazie a servizi efficienti e all’avanguardia. L’obiettivo è vivere la montagna tutto l’anno, anche in vista delle prossime sfide che ci attendono, da Bergamo Brescia capitale della cultura 2023 alle Olimpiadi del 2026, sarà infatti possibile proporre un’offerta turistica variegata e di qualità e ampliare l’offerta sciistica regionale come ulteriore elemento attrattivo internazionale. Ancora una volta – conclude Caparini – Regione Lombardia dimostra grande attenzione per le sue montagne.” Sorgente: REGIONE LOMBARDIA METTE IN CAMPO 7,5 MILIONI PER COMPRENSORIO SCIISTICO MONTECAMPIONE-BASSA VALLE CAMONICA   [...] Leggi di più...
01/07/2022Appuntamenti di luglio sab. 2 – MTB TOUR 1200 VerticalMonte: giro in Mountain Bike fra i sentieri esistenti e con nuovi collegamenti Splaza, ore 9.30 – SERATA MUSICALE De André e ballo liscio Piazzetta, 21.15 sab. 9 – BALLO LISCIO con Emilio Turla Piazzetta, 21.15 gio. 14 – CENERENTOLA E IL PRINCIPE BUZZURRO spettacolo teatrale dell’ASD Gruppo teatro Artogne Splaza, ore 21.00 sab. 16 – FORESTA TERAPIA VerticalMonte: camminata leggera nei boschi Partenza dal Laghetto, durata 10.00-12.00 Inaugurazione del monumento ai marinai caduti nella prima e seconda guerra mondiale con la presenza delle autorità civili e militari e della Banda della Marina Miliare del comando Marittimo Nord di La Spezia Laghetto, 17.00 – CONCERTO DELLA BANDA DELLA MARINA MILITARE Piazzetta, ore 18.15 dom. 17 – EMOZIONI IN QUOTA VerticalMonte: colazione ed esibizione del coro degli alpini al Plan, con successiva salita al Monte Muffetto Plan di Montecampione, ore 8.00 sab. 23 – STAGE DI ARRAMPICATA SPORTIVA informazioni ed iscrizioni in Consorzio – BAGNO DI GONG CON GONG WORLD ore 17.45 all’aperto (luogo da definirsi), in caso di pioggia sala miniclub in Valgrande – BALLO LISCIO E ANNI „60 Piazzetta, 21.15 mer. 27 – INTRODUZIONE ALLA CONOSCENZA DEI FUNGHI sala mostre in Piazzetta, ore 18.00 – 19.30 sab. 30 – SERATA MUSICALE Piazzetta, 21.15 – PARTY NIGHT discoteca all’aperto. Campo Forcella, ore 22.00 dom. 31 – GIRO DEL CAMPIONE (trekking trail bike) VerticalMonte: inaugurazione del “Giro del Campione”, concatenamento di vari sentieri da Montecampione 1200 alle creste Appuntamenti di agosto mar. 2 – KARAOKE CON RALU & ROSS Pub Piazzetta, dalle ore 22.00 mer. 3 – STAGE DI ARRAMPICATA SPORTIVA informazioni ed iscrizioni in Consorzio proiezione filmato “I FUNGHI DI MONTECAMPIONE” sala mostre in Piazzetta, ore 18.00 – 19.30 – SERATA MUSICALE con i TEQUILA TRIO e CECILIA CARTA swing jazz blues Piazzetta, ore 21.15 gio. 4 – SERATA DANZANTE ballo dal vivo con Gnomus e Sara Bronzini Piazzetta, ore 21.15 ven. 5 – SERATA LIVE MUSIC con Enrico & C. Piazzetta, 21.15 sab. 6 – FORESTA TERAPIA VerticalMonte: camminata leggera nei boschi Partenza dal Laghetto, durata 10.00-12.00 – SERATA COUNTRY con il Team Country Vallecamonica Splaza, ore 21.00 – TRAIT D‟UNION Musica e teatro volto alla sensibilizzazione della violenza di genere Piazzetta, ore 21.15 dom. 7 – SERATA MUSICALE Piazzetta, ore 21.15 – SILENT PARTY dalle ore 22.00 lun. 8 – ESCURSIONE BOTANICA con l‟esperto botanico Marco Biolo partenza dalla seggiovia Corniolo, ore 9.00 – SCUOLA VOLLEY dal 9 al 12 agosto Iscrizioni entro l’8 agosto, tramite apposito modulo online – SUGARBOOM – Tributo a Zucchero organizzata dai Commercianti della Piazzetta Piazzetta, dalle ore 21.15 mar. 9 – SERATA DANZANTE con Walter Villa Piazzetta, ore 21.15 – LA CORRIDA CON IL TEAM DI ANIMAZIONE dilettanti allo sbaraglio Splaza, ore 21.00 mer. 10 – STAGE DI ARRAMPICATA SPORTIVA informazioni ed iscrizioni in Consorzio – INTRODUZIONE ALLA CONOSCENZA DEI FUNGHI sala mostre in Piazzetta, ore 18.00 – 19.30 – SERATA MUSICALE: DONNA TI VOGLIO CANTARE Musica leggera Piazzetta, ore 21.15 gio. 11 – MALGHE IN FAMIGLIA VerticalMonte: escursione guidata tra le malghe del Plan Plan, ore 9.00 – SCHIUMA PARTY Piazzetta, ore 16.00 per i bimbi; dalle ore 22.00 per i più grandi 10° – STRADARTE: Artisti di strada a Montecampione – I 4 ELEMENTI e RUSTY BRASS ore 18.00 e alle ore 21.00 in Piazzetta ven. 12 – THE WARWOODS PAINTBALL campo Forcella, ore 15.00 Iscrizioni in Consorzio (max 40 persone) – SERATA MUSICALE con TONINO CAROTONE Piazzetta, ore 21.15 sab. 13 – 4 a MOSTRA MICOLOGICA (sabato 13 e domenica 14) Sala Mostre in Piazzetta, 9.00-13.00/15.00-20.00 – MOSTRA MERCATO DEL MIELE Piazzetta, dalle ore 9.00 10a – Verticalmonte trail Corri e cammina per Montecampione corsa e camminata non competitiva Partenza dalla Splaza ore 17.00 (bimbi) a seguire gli adulti – SERATA MUSICALE con THE BAND Musica anni 80-90 Piazzetta, dalle 21.15 – PARTY NIGHT (da confermare) discoteca all’aperto. Campo Forcella, ore 22.00 dom. 14 – MONTE SECOND HAND mercatino di beneficenza del vestito usato Splaza, ore 9.30 – 18.00 – SFILATA D‟ALTA MODA a cura della boutique MICHELLE FERRÈ Piazzetta, dalle ore 21.15 lun. 15 – 42° Trofeo G.S. Pian Camuno Memorial Angelo Felappi Gara ciclistica cat. Juniores Arrivo al Laghetto 12.30-13.30 – SERATA DANZANTE con Trio Oscar e Valentina Piazzetta, dalle ore 21.15 mar . 16 – POMERIGGIO CON L‟AUTORE Rodolfo Vettorello presenta il suo libro di poesie “Allegria di naufragi” Sala mostre, ore 17.30 – SERATA LIVE MUSIC con Enrico & C. Piazzetta, 21.15 – SERATA A TEMA ARLECCHINO Pub la Piazzetta, ore 22.00 mer. 17 – FUNGHI A CONFRONTO sala mostre in Piazzetta, ore 18.00 – 19.30 – SERATA DANZANTE con Emilio e Barbara Piazzetta, ore 21.15 gio. 18 – THE WARWOODS PAINTBALL campo Forcella, ore 15.00 Iscrizioni in Consorzio (max 40 persone) – CONTEST MUSICALE musica leggera/rock Splaza, dalle 21.15 ven. 19 – SERATA MUSICALE: TIME OF SOUND musica jazz, fusion e funky Piazzetta, ore 21.15 – SILENT PARTY dalle ore 22.00 sab. 20 – ESCURSIONE MALGHE ROSELLO con degustazioni VerticalMonte: escursione leggera nella splendida Val Grigna alla scoperta delle sue malghe Plan, ore 9.00 – MOSTRA MERCATO DEL MIELE Splaza, dalle ore 9.00 – SERATA MUSICALE con i TRIFOLA musica anni 70-80 Piazzetta, ore 21.15 dom. 21 – MTB TOUR VerticalMonte: giro panoramico in Mountain Bike di medio livello Splaza, ore 9.30 – GIORNATA DEL VIVER MONTANO sagra agrosilvopastorale organizzata dalla Pro Loco di Artogne Splaza ed aree limitrofe mer. 24 – STAGE DI ARRAMPICATA SPORTIVA informazioni ed iscrizioni in Consorzio sab. 27 – MOSTRA MERCATO DEL MIELE Piazzetta, dalle ore 9.00 TUTTE LE DATE RIPORTATE POTREBBERO SUBIRE VARIAZIONI. Rivolgersi in Consorzio per la conferma ed il programma dettagliato. Sorgente: Estate a Montecampione | Bresciabimbi   [...] Leggi di più...
01/07/2022The Lombard council approved, on the proposal of the councilor for local authorities, the mountains and small municipalities Massimo Sertori in consultation with the commissioner Lara Magoni (Tourism, Territorial Marketing and Fashion), the ‘Territorial Pact’ for the strategic, integrated and sustainable development of Montecampione-Bassa Valle Camonica ski area, in the province of Brescia. The Territorial Pact provides for the participation of the Municipalities of Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno and the Mountain Community of Valle Camonica. Purpose “The Pact – explains Massimo Sertori – aims to improve, homogenize and speed up the use and connections of the entire area through the implementation of three strategic infrastructural interventions such as the replacement of the existing ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ and ‘Longarino – Monte Splaza’, interventions for which the Lombardy Region has fielded 7,482,950 euros, out of a total amount of the interventions of the Territorial Pact of 13,165,900.00 euros. The Municipality of Artogne and the Mountain Community of Valle Camonica instead, they will guarantee a total amount of € 5,682,950. After the accession of the Lombardy Region last May 3 – continues Councilor Sertori – today we are taking a further step forward in the implementation of this new development strategy. the main objective remains the seasonal adjustment of tourist presences and the contrast to the depopulation of mountain areas “. “The Pact – concludes Sertori – is the result of a concerted and synergistic path carried out by the local authorities which defined the strategies and needs of the territory”. Magoni: actions for an increasingly attractive area “These are infrastructural interventions – affirms Councilor Magoni – of considerable importance, with the aim of making the entire District increasingly welcoming and attractive. Thanks to efficient and cutting-edge services, it will be possible to propose a varied tourist offer. and quality. A pact that demonstrates, once again, the attention of the Lombardy Region for its mountains, a privileged destination for thousands of visitors. Thanks to the synergy and connection between institutions, local authorities and economic operators – he adds – it is possible find strategic solutions capable of giving new life blood to the economic and employment development of the territories. The goal is to experience the mountains all year round, also in view of the upcoming challenges that await us, from Bergamo Brescia capital of culture 2023 to the Olympics 2026 “. Rossi: offer development with a view on the games “The development of the tourist and sporting attractiveness of mountain resorts – underlines Antonio Rossi, Undersecretary for Sports, 2026 Olympics and Major Events – is fundamental for our region, also and above all in view of the Olympic event that we will host in less than four years. The three interventions envisaged by the Territorial Pact for the Montecampione-Bassa Valle Camonica area are part of an action scheme that aims to expand the regional ski offer as a further international attraction. Therefore, also towards the millions and millions of sportsmen who will follow our Winter Games on TV and via the Internet or who will choose to come to Lombardy to feel an integral part of the event. This site has great potential and the contribution granted by the council will greatly expand its appeal “ Sorgente: Valle Camonica and Monte Campione: from the Lombardy Region 7.5 million euros for the ski area   [...] Leggi di più...
01/07/2022Il via libera è giunto dopo l’ok della Regione Dopo il via libera da parte della Regione Lombardia il 3 maggio scorso, giovedì anche la Giunta ha approvato il “Patto Territoriale” per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione e della Bassa Vallecamonica, da attuare con la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Vallecamonica. In tutto, il Patto avrà un valore di 13.165.900 euro: dalla Regione arriveranno 7.482.950 euro, mentre dalla Comunità Montana e dal Comune di Artogne 5.682.950 euro. A spiegare gli obiettivi di questo accordo Massimo Sertori, assessore ad Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, che l’ha proposto insieme a Lara Magoni, assessore al turismo: “Il Patto punta a migliorare, omogenizzare e velocizzare la fruizione e i collegamenti dell’intero comprensorio attraverso la realizzazione di tre interventi infrastrutturali strategici, come la sostituzione degli impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino-Monte Splaza’ e ‘Longarino-Monte Splaza’. Oggi compiamo un ulteriore passo in avanti per l’attuazione di questa nuova strategia di sviluppo. L’obiettivo principale resta la destagionalizzazione delle presenze turistiche e il contrasto allo spopolamento delle aree montane”. Secondo Magoni, invece, sono “interventi infrastrutturali di notevole rilievo, con l’obiettivo di far diventare l’intero Comprensorio sempre più accogliente e attrattivo. Sarà possibile proporre un’offerta turistica variegata e di qualità. L’obiettivo è vivere la montagna tutto l’anno, anche in vista delle prossime sfide che ci attendono, da Bergamo Brescia capitale della cultura 2023 alle Olimpiadi del 2026″. Paolo Sutera Sorgente: Patto Territoriale per Montecampione, ok anche dalla Giunta della Regione: in arrivo oltre 13 milioni di euro | Radio Voce Camuna   [...] Leggi di più...
30/06/2022Il bosco, i sentieri, le malghe, le montagne, i funghi, il cielo stellato: eccoli i temi che fanno da filo conduttore a molte delle proposte che animeranno l’estate a Montecampione. Insieme ad altre immancabili, come l’animazione per bambini e ragazzi, la tradizionale scuola calcio, la sfilata ferragostana dì alta moda di Michel Ferrè o la Giornata del viver montano organizzata dalla Pro loco di Artogne. Ovviamente non mancherà la musica ed il ballo. Palcoscenico principale, la Piazzetta, il cuore di Montecampione, che ogni giorno si anima sempre più, grazie alla necessità di far fronte all’afa di questi giorni, che concilia la fuga dalla città. Due mesi, luglio ed agosto, in cui quasi ogni giorno ci sarà la possibilità di assistere ad un evento. Al gruppo Vertical Monte compete l’organizzazione di escursioni tra le malghe, passeggiate nei boschi circostanti il villaggio, trekking bike e arrampicate, pure con un intermezzo musicale al Plan prima di dare il via alla salita verso la cima del monte Muffetto. Il 16 luglio sarà caratterizzato dalla presenza della banda della Marina militare di La Spezia e dall’inaugurazione del monumento ai marinai camuni caduti nel corso delle due guerre mondiali. Agosto vedrà invece una giornata voluta dall’Associazione commercianti denominata Comics, tutta dedicata al fumetto. A Montecampione, tra l’altro, trascorre parte dell’estate anche il cartoonist Athos Careghi, divenuto famoso con il suo «Fra Tino» creato per il Giornalino e che di recente ha pubblicato «Un amore di sorelle» viaggio umoristico tra le suore d’Italia. Nel programma estivo compare pure la decima edizione di Stradarte, artisti di strada al lavoro. Come da tradizione il 15 del mese tocca al Gruppo Sportivo Pian Camuno gestire la gara ciclistica juniores Trofeo memorial Angelo Filippi e poi domenica 21 la Giornata del viver montano con la quale la Pro loco di Artogne porta a Montecampione uno spaccato della vita contadina. Insomma, c’è di tutto e di più, per allietare chi in questi due mesi desidera godersi la stazione turistica della bassa Valle Camonica. Domenico Benzoni Sorgente: Calendario ricco di eventi: è l’estate di Montecampione | Bresciaoggi   [...] Leggi di più...
30/06/2022La Giunta lombarda ha approvato, su proposta dell’assessore a Enti locali, Montagna e Piccoli comuni Massimo Sertori, di concerto con l’assessore Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda), il ‘Patto Territoriale’ per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica, in provincia di Brescia. Il Patto Territoriale prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Valle Camonica. “Il Patto – spiega Massimo Sertori – punta a migliorare, omogenizzare e velocizzare la fruizione e i collegamenti dell’intero comprensorio attraverso la realizzazione di tre interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ e ‘Longarino – Monte Splaza’. Interventi per i quali Regione Lombardia ha messo in campo 7.482.950 euro, su un importo complessivo degli interventi del Patto Territoriale di 13.165.900,00 euro. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica garantiranno invece una quota complessiva di euro 5.682.950 euro”. “Dopo l’adesione di Regione Lombardia dello scorso 3 maggio – continua l’assessore Sertori – oggi compiamo un ulteriore passo in avanti per l’attuazione di questa nuova strategia di sviluppo. L’obiettivo principale resta la destagionalizzazione delle presenze turistiche e il contrasto allo spopolamento delle aree montane“. “Il Patto – conclude Sertori – è frutto di un percorso concertativo e sinergico portato avanti dagli Enti locali che ha definito le strategie e le esigenze del territorio“. MAGONI: AZIONI PER UN COMPRENSORIO SEMPRE PIÙ ATTRATTIVO “Si tratta di interventi infrastrutturali – afferma l’assessore Magoni – di notevole rilievo, con l’obiettivo di far diventare l’intero Comprensorio sempre più accogliente e attrattivo. Grazie a servizi efficienti e all’avanguardia sarà possibile proporre un’offerta turistica variegata e di qualità. Un Patto che dimostra, ancora una volta, l’attenzione di Regione Lombardia per le sue montagne, meta privilegiata per migliaia di visitatori“. “Grazie alla sinergia e al raccordo tra istituzioni, enti locali e operatori economici – aggiunge – è possibile trovare soluzioni strategiche in grado di dare nuova linfa vitale allo sviluppo economico ed occupazionale dei territori. L’obiettivo è vivere la montagna tutto l’anno, anche in vista delle prossime sfide che ci attendono, da Bergamo Brescia capitale della cultura 2023 alle Olimpiadi del 2026“. Sorgente: Patto territoriale: a Montecampione oltre 13 milioni per tre nuovi impianti – SciareMag   [...] Leggi di più...
30/06/2022Assessore Magoni: qui un’offerta turistica varia e di qualità Sottosegretario Rossi: avanti con attrattività dei territori La Giunta lombarda ha approvato, su proposta dell’assessore a Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori, di concerto con l’assessore Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda), il ‘Patto Territoriale’ per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica, in provincia di Brescia. Il Patto Territoriale prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno e della Comunità Montana di Valle Camonica. Patto Territoriale di Montecampione, gli obiettivi “Il Patto – spiega Massimo Sertori – punta a migliorare, omogenizzare e velocizzare la fruizione e i collegamenti dell’intero comprensorio. Lo fa attraverso la realizzazione di tre interventi infrastrutturali strategici quali la sostituzione degli esistenti impianti ‘Dosso delle Beccherie’; ‘Secondino – Monte Splaza’ e ‘Longarino – Monte Splaza’. Si tratta di interventi per i quali Regione Lombardia ha messo in campo 7.482.950 euro, su un importo complessivo degli interventi del Patto Territoriale di 13.165.900,00 euro. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica garantiranno invece una quota complessiva di euro 5.682.950 euro”. Ulteriore passo avanti “Dopo l’adesione di Regione Lombardia del 3 maggio 2022 – continua l’assessore Sertori –  compiamo un ulteriore passo in avanti per l’attuazione di questa nuova strategia di sviluppo. L’obiettivo principale resta la destagionalizzazione delle presenze turistiche e il contrasto allo spopolamento delle aree montane”. “Il Patto – conclude Sertori – è frutto di un percorso concertativo e sinergico portato avanti dagli Enti locali che ha definito le strategie e le esigenze del territorio”. Magoni: azioni per un comprensorio sempre più attrattivo “Si tratta di interventi infrastrutturali – afferma l’assessore Magoni – di notevole rilievo, con l’obiettivo di far diventare l’intero Comprensorio sempre più accogliente e attrattivo. Grazie a servizi efficienti e all’avanguardia sarà possibile proporre un’offerta turistica variegata e di qualità. Un Patto che dimostra, ancora una volta, l’attenzione di Regione Lombardia per le sue montagne, meta privilegiata per migliaia di visitatori”. “Grazie alla sinergia e al raccordo tra istituzioni, enti locali e operatori economici – aggiunge – è possibile trovare soluzioni strategiche in grado di dare nuova linfa vitale allo sviluppo economico ed occupazionale dei territori. L’obiettivo è vivere la montagna tutto l’anno. Ciò anche in vista delle prossime sfide che ci attendono. E ricordo Bergamo Brescia capitale della cultura 2023 e le Olimpiadi del 2026”. Rossi: sviluppo offerta con vista sui Giochi “Lo sviluppo dell’attrattività turistico sportiva delle località montane – sottolinea Antonio Rossi, sottosegretario a Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi – è fondamentale per la nostra regione. Ciò anche e soprattutto in vista dell’appuntamento olimpico che ospiteremo fra meno di quattro anni. I tre interventi previsti dal Patto territoriale per il comprensorio Montecampione-Bassa Valle Camonica rientrano in uno schema d’azione che punta ad ampliare l’offerta sciistica regionale come ulteriore elemento attrattivo internazionale. Quindi, anche nei confronti dei milioni e milioni di sportivi che seguiranno i nostri Giochi invernali dalla tv e via Internet o che sceglieranno di venire in Lombardia per sentirsi parte integrante dell’evento. Questo sito ha grandi potenzialità e il contributo concesso dalla Giunta permetterà di ampliarne notevolmente l’appeal”. Moreno Gussoni Sorgente: Patto Territoriale Montecampione, da Regione pronti 7,5 milioni di euro   [...] Leggi di più...
30/06/2022Novità in vista per Montecampione, popolare ski area della Valle Camonica che ha vissuto non poche difficoltà negli ultimi anni. Saranno infatti ricostruite tre seggiovie per migliorare i collegamenti tra i vari settori del comprensorio. Le seggiovie in questione sono la Dosso Beccherie, la Secondino – Splaza e la Longarino – Splaza. Regione Lombardia aveva già dato un parere positivo il mese scorso, ora è arrivata l’approvazione della Giunta al “Patto Territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica”. Il piano prevede un intervento di 13.165.900 euro, 7,5 dei quali saranno coperti dagli stanziamenti regionali, il restante dal Comune di Artogne e dalla Comunità Montana di Valle Camonica. Al Patto Territoriale partecipano poi anche i comuni di Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno e Rogno. “Dopo l’adesione di Regione Lombardia dello scorso 3 maggio oggi compiamo un ulteriore passo in avanti per l’attuazione di questa nuova strategia di sviluppo – ha spiegato Massimo Sertori, assessore a Enti locali, Montagna e Piccoli comuni – L’obiettivo principale resta la destagionalizzazione delle presenze turistiche e il contrasto allo spopolamento delle aree montane”. Resta da capire se sono previsti anche interventi per l’innevamento programmato, ormai essenziale in tutte le ski area e a maggior ragione a Montecampione dove le quote non sono troppo elevate e il clima risente dell’influsso del vicino Lago d’Iseo. E’ in ogni caso sicuramente positivo il fatto che qualcosa si muova in questa località da troppo tempo trascurata. Oltre a questo progetto, che prenderà verosimilmente forma nei prossimi anni, qualcosa si muove anche per gli alberghi e per la disastrosa strada che porta a Montecampione 1800 che sarà riaperta il 1 luglio e, speriamo, sia stata definitivamente sistemata. Sorgente: MONTECAMPIONE – 7,5 milioni dalla Regione per sostituire 3 seggiovie | Dove Sciare   [...] Leggi di più...
23/06/2022CETO Fino al 24 giugno (esclusi il sabato e la domenica), il Comune istituisce la chiusura al transito della strada comunale per la Val Paghera nel tratto interessato dai lavori di fresatura ed asfaltatura. Fino a fine lavori, dalle 08:00 alle 17:00 senso unico sul passaggio a livello, per lassi di tempo di circa venti minuti. BRAONE Il Comune ordina fino al 24 giugno (esclusi sabato e domenica) l’istituzione del senso unico alternato sulla strada agro-silvo pastorale “Braone-Piazze”, nel tratto Negola-Piazze, dalle 06:00 alle 09:30 e dalle 13:00 alle 16:00 per i veicoli in salita e dalle 09:00 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 20:00 per i veicoli in discesa. Dalle 20:00 alle 06:00 divieto di transito a tutti i veicoli. Fino al 1° luglio, dalle 08:00 alle 17:00, restringimento della carreggiata in prossimità del passaggio a livello, per lavori di intervento e manutenzione degli impianti elettrici e di segnalamento lungo la rete ferroviaria. LOVERE Il 25 giugno, dalle 21:00 alla mezzanotte, il lungolago ed il centro storico sono pedonalizzati, per consentire lo svolgimento della Notte Romantica. ZONE Fino al 30 giugno, tutti i giorni dalle 08:00 alle 18:00, senso unico alternato regolato da movieri o semaforo o chiusura temporanea delle vie Sebino, Granarola, Colle, Rucca, Campo Rotondo, Aldo Moro, Corso Europa, Francesco Almici, Fontane, Monte Guglielmo, Capriolo, Alessandro Sina, Valurbes, Panoramica, Navetta, Loden, Trentapassi, Marcolano e Pradei e divieto di sosta nello stallo 1 del parcheggio “Chiosco” in via Sebino, per consentire la posa della fibra ottica. SS 42 BOARIO TERME Svincolo della ss42 di Boario Terme chiuso fino a fine giugno verso la rotatoria Vigili del Fuoco di Erbanno. Sarà percorribile solo da e per la zona di Boario Centro Congressi con senso unico alternato regolato da semaforo. Si consiglia di utilizzare: lo svincolo di Esine/Piancogno da e per Angone, Erbanno, zona industriale Prade; da Angolo-Valle di Scalve in direzione nord. Lo svincolo di Darfo/Cappellino da e per Darfo, Fucine, Pellalepre, Montecchio. Lo svincolo di Bessimo-Rogno da e per Corna, Boario; da Angolo e Valle di Scalve in direzione sud. BORNO Fino a fine giugno, tutti i giorni dalle 07:00 alle 18:00, chiusura al traffico della strada che collega il ponte di via Nuova e l’incrocio con via Rocca, per consentire i lavori di messa in sicurezza del muro di sostegno. Nel resto della giornata la strada è transitabile a senso unico alternato. Per consentire i lavori di manutenzione, fino al 6 luglio la strada agro-silvo pastorale “Love-Mignone” è chiusa al transito. Fino all’11 luglio, divieto di transito in via Sottopiazza per venti metri, dall’intersezione con Piazza Roma (direzione via Gorizia), nel centro abitato, per posizionamento di ponteggi edili e di una gru meccanica. ARTOGNE Fino al 1° luglio divieto di transito e di sosta sul tratto di via Plan di Montecampione, tra la località “Secondino” e la rotonda in località “Le Baite”, per lavori di ripristino del piano viabile. PIAN CAMUNO Per consentire lavori urgenti sulla sede ferroviaria, il Comune impone fino all’8 luglio, dalle 08:00 alle 17:00 (esclusi i fine settimana), il senso unico alternato sui passaggi a livello di via Pagher, via Dossi, via Delle Sorti e Via Puccini. LOSINE Fino al 12 luglio, per lavori di allargamento della sede stradale, divieto di sosta in via Prudenzini (sul piazzale antistante il Municipio). CERVENO Il Comune ordina la chiusura della strada intercomunale Cerveno-Losine, nel tratto tra il campo sportivo e il Dos De L’Ora, tutti i giorni dalle 07:00 alle 18:00, fine settimana esclusi, fino al 20 luglio. CEVO Per esecuzione lavori, fino alle 18:00 del 13 agosto divieto di transito e di sosta in via Monticelli e nel tratto di via Adamello in corrispondenza con il bivio di via Monticelli. ONO SAN PIETRO Ogni giorno, dalle 07:00 alle 19:00 (esclusa la domenica), chiusura della Strada del Monte per posa asfalto, fino a fine lavori. MONNO Fino al 31 agosto (o fino al termine dei lavori), chiusura al transito ed alla sosta di una porzione di parcheggio in Piazza IV Novembre. Il Comune impone la chiusura della strada della “Salina” fino al 17 giugno, per consentire i lavori di posa dei sottoservizi. VEZZA D’OGLIO Il Comune ordina il divieto di transito e di sosta in Piazza IV Luglio, via Dei Federici e via Roma nei fine settimana di giugno dalle 09:00 alla mezzanotte, dal 1° luglio al 31 agosto tutti giorni alle 09:00 alla mezzanotte ed a settembre nei fine settimana dalle 09:00 alle 18:00. ANGOLO TERME A causa del cedimento della strada in seguito al maltempo, fino a nuova comunicazione chiusura del tratto di via Lorenzetti che collega il capoluogo alla frazione di Terzano e senso unico alternato con semaforo in viale Terme con velocità massima di 20 km/h e possibilità di chiusura in caso di maltempo. PONTE DI LEGNO – TONALE La via ferrata del Sentiero dei fiori non è praticabile fino a fine luglio per lavori di manutenzione in corso. PASSO GAVIA Anas ha aperto il 28 maggio la strada del Passo Gavia sia dal lato camuno sia dal lato valtellinese. STATALE 39 Per consentire il completamento dei lavori di messa in sicurezza di un marciapiede nel Comune di Aprica, l’Anas impone il senso unico alternato regolato da semafori o movieri dal km 13+435 al km 13+785 fino alle 18:00 del 29 luglio. PASSO CROCEDOMINI La Provincia di Brescia ha emesso l’ordinanza per la riapertura del Passo Crocedomini da tutti i lati (SPBS 345 delle Tre Valli e SPBS 669 del Passo Crocedomini) dalle ore 15:00 del 20 maggio. Paolo Sutera Sorgente: La viabilità in Vallecamonica | Radio Voce Camuna   [...] Leggi di più...

Questa è la pagina 6 con gli articoli pubblicati, guarda anche gli altri sulle pagine: 1 2 34 57 – 8»


 

Anche a Montecampione è possibile richiedere una consulenza gratuita a riguardo del mondo dell'estrazione di BITCOIN

NOTRADING


Cambio in tempo reale su:

Offerto da Investing.com