I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Neveitalia – Pinocchio Sugli Sci edizione n° 40, ecco la presentazione: finali nazionali a fine marzo all’Abetone

| 0 commenti

Lanciato in Regione Toscana il grande evento giovanile, già partito con gli eventi zonali dello scorso week-end. Tantissime le tappe per la rassegna che ha svelato al mondo alcuni dei più grandi campioni del circo bianco.

E’ partita nel migliore dei modi la stagione invernale 2021/2022, con nevicate abbondanti in tutta Italia e tanta voglia di tornare a sciare dopo mesi di lontananza dalle piste, e sta per tornare anche “Pinocchio Sugli Sci”, la rassegna giovanile di sci alpino tra le cinque più importanti al mondo, un’edizione particolare: la numero 40!

Erano gli inizi degli anni Ottanta quando in tutto il mondo si organizzarono iniziative di ogni genere per celebrare il centenario della pubblicazione de “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi: tra le tante manifestazioni culturali ce ne fu anche una di carattere sportivo, una gara di slalom e slalom gigante riservata ai bambini di età compresa fra sette e quattordici anni. A idearla era stato lo Sci Club Pinocchio di Pescia in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi, gli enti turistici e istituzionali del territorio. Si trattava della primissima edizione di Pinocchio Sugli Sci, che quattro decenni dopo continua ad omaggiare il burattino più famoso al mondo e lo fa in grande stile, coinvolgendo ogni anno migliaia di atleti sia italiani che stranieri.

Pinocchio Sugli Sci è oggi una manifestazione sportiva tra le più celebri e rinomate del pianeta, ma è molto di più. “Il Pinocchio è ormai parte della storia sciistica italiana, ma rappresenta anche un momento di crescita per tanti piccoli atleti che per la prima volta si approcciano alle gare in un contesto agonistico di alto livello”, racconta Franco Giachini, presidente dello Sci Club Pinocchio e patron dell’evento. “Piccoli sciatori che alle volte diventano grandi campioni, come è stato per Sofia Goggia, Federica Brignone, Lara Gut, Marta Bassino, Francesca Marsaglia, Irene Curtoni, Elena Curtoni, Petra Vlhova, Ilka Stuhec, Eva Maria Brem, Anna Veith-Fenninger, Viktoria Rebensburg, Clément Noel, Tina Weirather, Henrik Kristoffersen, Nina Loeseth, Ivica Kostelic, Janica Kostelic, Max Blardone, Marcel Hirscher e tantissimi altri protagonisti del circo bianco di oggi e di ieri”.

Non a caso nel 2017 la Regione Toscana ha insignito il Comitato Regionale Toscano FISI del prestigioso premio Pegaso per lo Sport, assegnato “per il lavoro svolto in favore dello sport giovanile, soprattutto per l’organizzazione del Pinocchio Sugli Sci”. Proprio la Regione ha ospitato lunedì la presentazione della 40esima edizione, moderata da Stefano Baragli. Il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, sostenitore di lunga data della manifestazione, ha dichiarato: “Il Pinocchio è ormai parte integrante della tradizione sportiva italiana e rappresenta un’occasione di crescita per tanti piccoli sciatori. La Toscana deve essere fiera che questa importante manifestazione, che ormai si svolge in tutte le maggiori stazioni sciistiche italiane, sia stata ideata nel nostro territorio, sulle nostre montagne, ormai quattro decenni fa. È un evento che, nel tempo, ha lanciato molti atleti che in diversi casi sono diventati dei grandi campioni e che si è affermato come unico nel suo genere a livello mondiale”.

“La montagna pistoiese è pronta ad accogliere Pinocchio Sugli Sci – ha aggiunto l’assessore al turismo Leonardo Marras – che, oltre ad essere un’occasione di divertimento nel nome di uno dei personaggi della fantasia più conosciuti e amati al mondo, sarà anche una grande vetrina per richiamare sul territorio molti giovani sciatori insieme alle loro squadre e alle famiglie. Una bella opportunità per contribuire a rilanciare l’economia della montagna. Le risorse messe a disposizione da Stato e Regione per sostenere la montagna sono state utili per evitare il collasso. La Regione ha previsto ulteriori 3,8 milioni per rilanciare gli investimenti e migliorare l’offerta sulle piste da sci”.

Pinocchio Sugli Sci è sì sport, ma è anche un evento dalla forte capacità economica, che riesce a portare ogni anno un ingente indotto sia sulla Montagna Pistoiese che presso le bellissime località sciistiche che ospitano le numerose selezioni zonali ogni anno, oltre 20 per i piccoli sciatori di tutta Italia che si contendono l’accesso alla settimana di Finali Nazionali all’Abetone. La 40esima edizione di Pinocchio Sugli Sci ha preso ufficialmente il via sabato 8 gennaio 2022 con le gare di selezione zonale in programma a Tesido (Bolzano) e proseguirà nelle settimane successive con le prova di slalom gigante delle categorie U9, U10, U11, U12, U14 e U16 a Courmayeur, Zoncolan, Sarius di Sopra, Ponte di Legno, Prato Nevoso, Santa Caterina, Passo San Pellegrino, Sassonetto – Passo Maddalena, Monte Pora, Nova Levante, Roccaraso, Bardonecchia, San Vito di Cadore, Montecampione, Gambarie d’Aspromonte, Cerreto, Piana di Vigezzo, Abetone, Monte Verena, Bardonecchia, Selvino, Campitello Matese, Tarvisio, Sappada e Piancavallo.

Dal 27 marzo al 1° aprile 2022 andrà in scena all’Abetone il tradizionale appuntamento con le Finali Nazionali ed Internazionali, organizzate in collaborazione con SAF – Società Abetone Funivie e Comune di Abetone Cutigliano. Alla Fase Nazionale prenderanno parte più di 1700 giovani atleti, i qualificati delle selezioni zonali provenienti da tutta Italia, che si sfideranno per aggiudicarsi l’ambito Pinocchio d’Oro, assegnato ai vincitori delle categorie Baby e Cuccioli, e per i più grandi delle categorie Ragazzi e Allievi un posto nel Team Italia e la citazione nel prestigioso Albo d’Oro di Pinocchio.

In fase di definizione le Finali Internazionali che tradizionalmente richiamano all’Abetone i migliori sciatori delle categorie Ragazzi e Allievi di tutto il mondo. La Fase Internazionale negli anni passati ha ospitato una media di 30/35 nazionali estere: nell’ottica di realizzare una Finale totalmente in linea con le normative anti-Covid si sta organizzando l’ospitalità degli atleti stranieri con tutte le precauzioni del caso. Maggiori info seguiranno nelle prossime settimane.

Da quest’anno Official Charity Partner della manifestazione è Dynamo Camp, Onlus che offre gratuitamente programmi di Terapia Ricreativa a bambini e ragazzi con patologie gravi o croniche e alle loro famiglie. Le attività sono offerte presso Dynamo Camp, luogo meraviglioso situato a Limestre (Pistoia), al limitare di un’Oasi affiliata WWF, e in ospedali, associazioni e Dynamo City Camp in numerose città. A Dynamo Camp in particolare verranno devoluti 2 euro per ogni iscrizione alle selezioni e 4 euro per ogni iscrizione alla Finale. Staff e volontari Dynamo saranno presenti in tutte le tappe per far conoscere il progetto. “Grazie a Pinocchio Sugli Sci per supportare Dynamo Camp in modo concreto, contribuendo a far conoscere il progetto a un ampio pubblico”, ha dichiarato Serena Porcari, CEO di Dynamo Camp. “Sentiamo una forte consonanza con Pinocchio Sugli Sci, che come Dynamo raggiunge bambini e ragazzi sul territorio italiano. L’attività sportiva, inoltre, è centrale per il programma Dynamo, con un approccio senza competizione ma volto a divertire e dare fiducia in se stessi e nelle proprie capacità”.

Per l’ottavo anno consecutivo, Enel si conferma sponsor del Pinocchio Sugli Sci, che in questo 40esimo anno assume un significato ancora più importante anche per la sua attenzione alla sostenibilità ambientale, attraverso la sinergia tra energia e sport: “Il sostegno del Gruppo Enel alla manifestazione – ha detto Emiliano Maratea, referente affari istituzionali e sostenibilità di Enel per la Toscana e l’Umbria – deriva da una visione comune di futuro che parla ai giovani e al mondo. Con questa iniziativa promuoviamo il dialogo sul tema dello sport ma anche dell’ambiente, da cui dipende il futuro del nostro pianeta. Il tempo che viviamo, oggi più che mai, ci fa comprendere che siamo tutti interdipendenti. Si tratta di una vera e propria lezione di sostenibilità planetaria da cui nessuno può più chiamarsi fuori. Ecco perché il cambiamento, che era già in atto, può e deve accelerare. Anche in questo caso una spinta decisiva, come sugli sci, può arrivare proprio dalle giovani generazioni”.

L’approccio sostenibile, secondo Enel, è l’unico in grado di orientare le scelte che riguardano il presente e il futuro, non solo nel settore energetico. Occorre una nuova visione in tutti gli ambiti dell’attività umana. In questo contesto, la Toscana può rappresentare un riferimento in termini di sviluppo sostenibile grazie alla geotermia, agli impianti idroelettrici, per non parlare dell’Innovation Hub, dei progetti di riqualificazione di ex siti industriali, dell’impegno per la diffusione della mobilità elettrica, dei servizi innovativi legati al vettore elettrico e del turismo sostenibile nei luoghi dell’energia. Si tratta di un’attività che fa parte del più ampio impegno aziendale a livello internazionale, che vede Enel tra i leader della transizione energetica secondo le linee guida della sostenibilità, dell’innovazione e dell’economia circolare. Al fianco di Pinocchio Sugli Sci tante altre illustri realtà: i top sponsor Zentiva, Calvé, Cucciolone, Ariete e Nescafé, gli Official Sponsor Rossignol, San Benedetto AquaVitamin, Podhio – PDH e il Technical Partner Liski.

L’immancabile burattino di legno e tutti i partner della manifestazione saranno tra i protagonisti del Villaggio Itinerante di Pinocchio. Presso l’oasi invernale gli atleti potranno rifocillarsi prima e dopo le gare in totale sicurezza grazie al protocollo anti-covid messo a punto dall’organizzazione. Il Villaggio farà tappa a Prato Nevoso (29 gennaio), Passo San Pellegrino – Moena (6 febbraio), Roccaraso (13 febbraio), San Vito di Cadore (19 febbraio), Cerreto (26-27 febbraio), Bardonecchia (1 marzo), Passo del Tonale (7-8 marzo) e Abetone in occasione delle Finalissime (27 marzo – 1 aprile).

L’organizzazione ringrazia per la collaborazione il Comune di Abetone Cutigliano, che è stata scelta per il 2022 come Città Toscana dello Sport e sarà protagonista di eventi e competizioni sportive. “Il Pinocchio Sugli Sci rappresenta una tra le più importanti rassegne di sci giovanili a livello nazionale e internazionale e vedrà disputare la gara finalissima sulle piste dell’Abetone”, ha dichiarato il Sindaco di Abetone Cutigliano Marcello Danti. “Un importante segno di ripartenza dopo due anni difficili che ci deve fare ben sperare. Questa 40esima edizione è una occasione importantissima che porta a conoscere il nostro territorio migliaia di turisti. Ogni anno inoltre arrivano tantissime persone da tutto il mondo in compagnia dei giovani atleti che gareggeranno tra marzo e aprile. Un grande augurio per questo importante traguardo e un ringraziamento a tutta l’organizzazione che ogni anno realizza questa importante competizione”.

“Sono tantissimi i grandi campioni dello sci di oggi che da ragazzi hanno partecipato a questa manifestazione”, ha dichiarato il consigliere del comune di Abetone Cutigliano e consigliere regionale Diego Petrucci. “Il Pinocchio Sugli Sci è ormai una delle manifestazioni più importanti per il nostro territorio che permette ai ragazzi di conoscere le grandi piste del comprensorio dove una volta sciavano anche grandi campioni come Zeno Colò, Celina Seghi e Vittorio Chierroni”. Quest’anno oltre a celebrare il grande traguardo dei 40 anni del Pinocchio Sugli Sci, celebriamo anche il settantesimo anniversario della medaglia d’oro ad Oslo in discesa libera di Zeno Colò, nostro concittadino che ha portato a conoscere il nostro territorio in tutto il mondo. Il 2022 è quindi un grande traguardo per lo sci, proprio nell’anno di Abetone Cutigliano Capitale toscana dello sport.

Fabio Poncemi

Sorgente: Pinocchio Sugli Sci edizione n° 40, ecco la presentazione: finali nazionali a fine marzo all’Abetone


 

Vi interessa un sistema semplice, gratuito e pronto all'uso che vi permetta di percepire un'entrata extra mensile?

PARLATENE CON ME


Cambio in tempo reale su:

Offerto da Investing.com

Lascia un commento