I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

La Repubblica – Trascinate da Goggia la discesa mai vista delle ragazze italiane

| 0 commenti

Repubblica.it: il quotidiano online con tutte le notizie in tempo reale.

A Bad Kleinkirchheim una giornata storica, Sofia prima davanti a Brignone e Fanchini tra selfie, feste e pensieri già alle Olimpiadi

È l’Italia che si fa un selfie con la Polaroid, tre ragazze con le teste premute dentro l’inquadratura in un istante enorme come la nostalgia. Sofia Goggia, Federica Brignone e Nadia Fanchini insieme sul podio della discesa a Bad Kleinkirchheim, in Austria. Nessun precedente negli archivi: in cinquant’anni di Coppa del mondo di sci, non c’è istantanea uguale a questa, mai un trittico di azzurre che sequestri la velocità, anzi The Race, la libera a 100 all’ora. In gigante sì, due ritratti molto simili a questo, l’ultimo l’anno scorso ad Aspen, in Colorado, con la variante di Marta Bassino la piccola piemontese accanto alle facce di Federica e Sofia vent’anni dopo Deborah Compagnoni, Sabina Panzanini e Isolde Kostner che cantavano Mameli a Narvik, in Norvegia, nel seppiato 1996. « Una grande giornata » la definisce semplicemente Sofia, 25 anni, la bergamasca che lo sci unto di freddo lo trasforma in gioia. Ed è lei, appassionata tra l’altro di fotografia, a premere il clic « con una Fuji Film che ho comprato da Walmart in America: è come la vecchia Polaroid, ma con uno specchietto per l’autoritratto » perché è lungimirante lo sguardo vintage e duraturo per questo suo primo successo in stagione, il terzo di una carriera esplosa l’anno scorso al ritorno da un brutto infortunio, il 17° podio in così poco tempo e in così tante discipline perché è polivalente non solo la sciatrice ma la sua natura: bizzarra, eccessiva, colta, complessa. Una cittadina tra le poche che non ha alle spalle tradizioni famigliari di sci: papà Ezio è ingegnere e pittore, mamma Giuliana insegna italiano nei licei, il fratello Tommaso ingegnere pure lui. Una magnifica spostata: « C’era una carogna in me, ero arrabbiata per la prestazione in superG, ho voluto dimostrare che non mi basta più essere forte solo in teoria, non mi basta più essere quella divertente che fa ” goggiate”, errori madornali e stramberìe, ma una che l’energia la vuole e la sa canalizzare. Ho vinto con la concretezza, è un successo della maturità. Ed essere in tre è sbalorditivo, sono contenta per Fede e per Nadia che il podio se l’è preso con gli artigli».

Con tutto l’invisibile che andava visto sotto il cielo spugnoso di Bad, sulla Franz Klammer accorciata e ghiacciata dove le migliori si sono incagliate oltre questo scoglio di azzurre che ognuna a suo modo e in modo talvolta l’un l’altra avverso, hanno preso all’àncora la storia, rotta Olimpiadi a PyeongChang. Nadia, 31 anni, della premiata e sfortunata ditta delle tre sorelle Fanchini da Brescia, sito web per tre, un impianto di risalita a Montecampione gestito da papà Sandro mentre mamma Giusy cresceva la famiglia nevosa, ha sciato per Elena, la sorella di 32 che venerdì ha lasciato la squadra per giocare la sua partita contro un cancro che preme sui bordi della cornice ma non passa. Eli è alla tv, ma con tutte, e a Nadia scrive: « Non ho parole per descrivere quello che hai fatto oggi, sei la mia forza, grazie, sei stata immensa, un esempio, ti sei rialzata dopo l’ennesimo grave infortunio poi dieci giorni fa un’altra sfida da affrontare, hai una forza e un coraggio mai viste e un cuore enorme, grazie sorellina » . È Sabrina la più piccola delle Fanchini, 29 anni, ex nazionale anche lei, a raccogliere al traguardo lacrime e champagne. La star americana Lindsey Vonn, 32 anni, scesa in frenata (poi 27 ª ), accelera per abbracciare le italian girls e twitta complimenti. Brignone, 27 anni, la milanese figlia dell’ex valanga rosa Ninna Quario e di papà Daniele maestro di sci, è al primo podio in discesa dopo il successo sabato in superG. Ha sofferto poi rivoltato in piglio la rivalità con Sofia. Se ne sta prima in disparte, poi ride dentro questa indimenticabile Polaroid.

Alessandro Retico

Sorgente: Trascinate da Goggia la discesa mai vista delle ragazze italiane – la Repubblica.it


Lascia un commento