I ♥ MONTECAMPIONE

Montecampion'è per sempre!

Araberara – TRESCORE, RANZANICO, Marco e le sue api: “La prima volta ero terrorizzato. Sembrava di essere in aeroporto poi quel rumore si è trasformato in musica”

| 0 commenti

Fuori c’è il sole, è una calda giornata primaverile e Marco Bugatti, 36 anni di Trescore, è impegnato tra le sue api e lo stabilimento di Ranzanico dove crea i suoi prodotti. L’azienda di famiglia si chiama ‘Naturascelta’, è stata fondata una settantina di anni fa dai nonni di sua moglie. Una lunga ed intensa storia che arriva alla terza generazione insieme a lui.

La passione per le api, che presto è diventata anche un mestiere, arriva da lontano: “Mi sono diplomato perito elettrotecnico, ma verso i 14 anni, da buon bergamasco, ho iniziato a lavorare d’estate con mio zio nella sua azienda di pavimentazione in legno. Finita la scuola e per una decina di anni ho lavorato come artigiano proprio lì. Ho iniziato a conoscere il mondo delle api nel 2013, quando ho conosciuto mia moglie e dal 2015, complici anche qualche dolorino al ginocchio e alla schiena, ho lasciato il lavoro edile per iniziare qui. Mio suocero Sergio e suo fratello mi hanno dato una grande opportunità, sai, oggi iniziare sarebbe impossibile, rinuncerei già in partenza. Ci tengo a dire che faccio parte dell’associazione apicoltori del Sebino, sono all’interno del consiglio direttivo e mi è stata molto utile nel momento in cui ho deciso di partire con questa attività”.

E quindi entriamo nel mondo delle api: “Le nostre sono dislocate tra la Val Cavallina, la Val Camonica e la bassa pianura bergamasca. Noi facciamo nomadismo e quindi ci spostiamo in base alle fioriture, partiamo da quelle di acacia e tarassaco nella bassa bergamasca, poi saliamo verso Berzo, Trescore e Zandobbio per spostarci a Montecampione e Acquebone, frazione di Artogne, per fare i mieli di montagna, il rododendro, il castagno o la melata di bosco”.

Marco riavvolge il nastro: “Sono partito da tre alveari e sono arrivato anche ad averne 180 e ad oggi qualche centinaio. Oltre alle api c’è anche la parte della produzione e della commercializzazione, partecipiamo ai mercatini, ai mercati rionali di Trescore, Gorlago, Albano, mentre il sabato e la domenica abbiamo un banchetto a Onore, sulla strada che sale a Castione e poi c’è lo shop online. Abbiamo sempre cercato di diversificare e questo è un punto di forza; non produciamo soltanto miele e propoli, ma anche i derivati e quindi biscotti, caramelle, liquori e prodotti di cosmetica. Insomma, è un’azienda familiare dove lavora la mia famiglia, quella di mio suocero e di suo fratello”.

Sabrina Pedersoli

Sorgente: TRESCORE – RANZANICO – Marco e le sue api: “La prima volta ero terrorizzato. Sembrava di essere in aeroporto poi quel rumore si è trasformato in musica” – Araberara


 

Anche a Montecampione è possibile richiedere una consulenza gratuita a riguardo del mondo dell'estrazione di BITCOIN

NOTRADING


Cambio in tempo reale su:

Offerto da Investing.com

Lascia un commento